Vesciche ai piedi: 5 consigli utili per prevenirle

Salute da Redazione Iunoy,

VESCICHE AI PIEDI: COSA SONO E COME SI FORMANO?

Le vesciche ai piedi (o bolle) sono quelle piaghe rosse, gonfie e piene di liquido che si formano perché la pelle si strofina in modo frequente sulla suola della scarpa. Si tratta di un fastidio che tutti, probabilmente, abbiamo avuto almeno una volta.

Quante volte, da ragazzini, ci è capitato? Persi a giocare per molte ore, incuranti di tutto il resto, e poi a fine giornata a fare i conti con l’impossibilità di appoggiare il piede a terra perché dolorante.

Da adulti, le vesciche ai piedi sono un problema frequente nei runners. Questi, infatti, corrono spesso per molte ore e, specie se non indossano le scarpe giusto, sono frequentemente soggetti all’insorgere di bolle.

Per fortuna, nulla di che preoccuparsi.

A volte, però, l’eccessivo strofinamento è causato dalla scarpa in sé e non dalla nostra attività. Specie se le scarpe sono nuove, o la misura è sbagliata, le vesciche ai piedi trovano terreno fertile.

vesciche-ai-piedi-patologie-cura-rimedi-cause-2In alcuni casi, la patologia è il risultato di un’infezione sul piede che ci ha provocato parecchio prurito. A furia di grattare, ci porta a causare la formazione della vescica.

Le vesciche ai piedi sono una reazione naturale, di difesa, del nostro organismo. Come abbiamo visto, sono la conseguenza di una continuo sfregamento. Per questo, il nostro corpo crea dei cuscinetti a protezione dello stesso.

Questi cuscinetti si riempiono di liquido nella zona soggetta all’attrito proprio per diminuirlo. Inoltre, questa sacca di liquido ha la proprietà di impedire il contatto tra la ferita che si è creata e i batteri, riducendo il rischio di infezione.

Il dolore che si percepisce dipende dal fatto che questo liquido crea una notevole pressione sotto e intorno alla pelle. Altri particolari possono amplificarlo, come per esempio il piede umido, correre a ritmi elevati o per lungo tempo.

Si può chiaramente intervenire sia per prevenirle che curarle.

VESCICHE AI PIEDI: 5 CONSIGLI UTILI PER PREVENIRLE

Non è facile prevenire l’insorgere di vesciche ai piedi. Bisognerebbe evitare in toto lo sfregamento ripetuto tra i piedi e le calze / suole. Per questo, serve un approccio scientifico. Vediamo quali possono essere le modalità migliori per correre al riparo.

1) Per prima cosa, è utile mantenere la pelle quanto più morbida ed elastica possibile. Così facendo, si riduce l’attrito con le calze.  Esistono diverse creme a base di ossido di zinco e magnesio silicato, che hanno esattamente questa funzione.

Questa soluzione andrebbe usata sempre, prima di andare a correre o di una lunga scampagnata. Le polveri di zinco e magnesio ci permettono anche di conservare il piede più asciutto assorbendo il sudore.

2) Un altro accorgimento risiede nella scelta delle calze – è bene sceglierle sottili e prive di cuciture, ottime sono quelle in microfibra, e della misura giusta –  e delle scarpe – devono calzare perfettamente.

3) Lava in modo accurato e di frequente i piedi, taglia le unghie il più corto possibile, mantieni i piedi asciutti e preoccupati che sia le scarpe che le calze siano traspiranti.

4) Se sei uno sportivo, puoi utilizzare delle pomate a base di vaselina nelle aree del piede più soggette all’attrito.

5) Non appena avverti un fastidio, applica subito un cerotto ben teso e senza pieghe sulla parte interessata.

alluce-rigido-piede-salute-iunoy

VESCICHE AI PIEDI: RIMEDI TRADIZIONALI

Se non sei riuscito a prevenirne la formazione, allora puoi seguire questi semplici passaggi per eliminare le vesciche ai piedi che ti stanno dando fastidio.

  • Innanzitutto, disinfetta la vescica con apposito disinfettante (se ne trovano molti in commercio)
  • Recupera una siringa (per uso singolo) come quelle utilizzate per la somministrazione dell’insulina
  • Utilizza l’ago per praticare più fori al margine della vescica (non preoccuparti, non fa male)
  • Disponi di una garza per fare pressione (leggermente, ma con costanza) sulla parte centrale della vescica, in modo che fuoriesca il liquido formatosi e la bolla si sgonfi completamente
  • Fatta questa operazione, disinfetta nuovamente la ferita e coprila con una garza protettiva, fissata con del nastro medico
  • Dopo 2/3 giorni, puoi rimuovere la pelle che è rimasta sopra e nel frattempo si è seccata (ha avuto la funzione di protezione e medicazione naturale). Medica la pelle sottostante con una crema cicatrizzante

VESCICHE AI PIEDI: RIMEDI NATURALIocchio-di-pernice-rimedi-naturali-piede

  • Per esempio, puoi effettuare dei pediluvi (piedi a bagno) a base di olio essenziale di menta piperita, oppure timo o eucalipto; altra soluzione può essere l’uso di acqua e sale, di bicarbonato o dell’aloe.
  • Alcuni suggeriscono l’applicazione di fette di limone o uno spicchio di aglio pestato, sulla ferita. Anche l’olio d’oliva o l’applicazione di foglie di geranio sminuzzate, mischiate al latte.
  • Da ultimo, ti segnalo il pediluvio a base di lavanda

Questi trattamenti hanno una funzione disinfettante, idratante e cicatrizzante.

Se vuoi saperne di più sulla patologie dei piedi, ti suggerisco di visitare questo link.

Previous Post
Next Post
Author

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!

Send this to friend