Tumore allo stomaco

da Redazione Iunoy,

Il tumore allo stomaco ( o gastrico) è una neoplasia che nasce a partire da cellule maligne che si formano nello stomaco e può colpire indifferentemente qualsiasi parte dello stomaco.

Il tumore allo stomaco  più diffuso è l’adenocarcinoma, una neoplasia che ha origine nelle cellule che producono e rilasciano muco e altri fluidi.

L’adenocarcinoma appartiene alla categoria dei tumori maligni, detti anche carcinomi e nasce nel tessuto epiteliale che ha a sua volta origine dalle cellule epiteliali degli organi ghiandolari esocrini o dalle cellule epiteliali dei tessuti con proprietà secretorie.

  • il tessuto epiteliale include lo strato superficiale della pelle, le ghiandole e altri tessuti presenti nelle cavità e negli organi del corpo.
  • gli organi ghiandolari esocrini sono ad esempio le mammelle, il pancreas o la prostata.
  • esempi di tessuti con proprietà secretorie, invece, sono gli strati di mucosa che rivestono la parete interna delle vie aeree, dell’esofago, dello stomaco, colon o del retto.

Altri tipi di tumore allo stomaco, meno frequenti sono:

  • Il linfoma gastrico(o linfoma MALT – Mucosa-Associated Lymphatic Tissue”,).  un tumore maligno che ha origine nello stomaco dalle cellule del sistema immunitario (linfociti) che popolano la mucosa dello stomaco.
  • Il tumore stromale gastrointestinale. Appartiene alla categoria dei sarcomi dei tessuti molli e nasce in particolari cellule che hanno il compito di regolare il passaggio del cibo lungo il tratto digerente. Queste cellule sono presenti in tutti gli organi involucrati nel processo digestivo.
  • Il leiomiosarcoma gastrico. Della stessa categoria del precedente, ha tuttavia origine in una cellula muscolare liscia dello stomaco.
  • Il carcinoide gastrico. Si tratta di un cancro allo stomaco che ha origine da cellule che producono l’ormone gastrina. Appartiene pertanto alla famiglia dei tumori neuroendocrini ovvero derivanti dalle cellule che producono ormoni.

Tumore- allo - stomaco - IUNOY Magazine

Sintomi

I sintomi del tumore allo stomaco si manifestano solamente in fase di crescita del tumore e non all’inizio. I più evidenti sono:

  • dolore allo stomaco
  • fastidio durante la deglutizione
  • nausea e vomito frequenti
  • perdita di peso
  • sensazione di gonfiore eccessivo anche dopo un piccolo pasto
  • presenza di sangue nel vomito o nelle feci

Come si può notare sono sintomi abbastanza comuni tra le varie patologie che riguardano lo stomaco e non necessariamente sono da ricondurre ad un tumore. È pertanto indispensabile rivolgersi al proprio medico di fiducia affinché’ possa effettuare una diagnosi.

Diagnosi

Come dicevamo, in presenza dei suddetti sintomi è necessario rivolgersi al medico e fare una descrizione accurata di tutte le manifestazioni anomale del proprio organismo. Il medico deciderà pertanto se effettuare alcuni test strumentali o se è il caso di rivolgersi ad un gastroenterologo, specialista dell’apparato digerente.

Dopo aver effettuato una diagnosi preliminare sulla base della propria storia famigliare e clinica, potrebbe procedere con i seguenti esami:

  • esame obiettivo: palpazioni addominali che possano diagnosticare la presenza di liquido, gonfiore e/o linfonodi
  • gastroscopia: un esame che permette di visualizzare l’interno dello stomaco attraverso un monitor collegato ad un tubo sottile e illuminato sulla cui estremità è posta la telecamera. Il tubo viene fatto passare all’esofago e allo stomaco attraverso la bocca
  • biopsia: l’analisi di un piccolo pezzo di tessuto che è stato prelevato durante la gastroscopia con uno strumento specifico. Uno specialista analizzerà al microscopio la presenza di cellule tumorali.
Leggi anche:   La diverticolite: di cosa si tratta?

La biopsia risulta essere infatti l’unico modo sicuro per diagnosticare la presenza di cellule tumorali.

Cause e fattori di rischio

Purtroppo non esistono certezze in merito alle cause che portano alla nascita di un cancro. Le ricerche hanno tuttavia individuato alcuni fattori di che vi elenchiamo qui di seguito

Altre patologie

Esistono condizioni mediche che possono causare il sorgere di cellule cancerogene allo stomaco quali:

  • infezione allo stomaco da Helicobacter pylori (H. pylori).
  • metaplasia intestinale (una condizione in cui le cellule che rivestono lo stomaco sono sostituite da cellule che normalmente rivestono l’intestino).
  • gastrite atrofica cronica (assottigliamento della mucosa dello stomaco causata da un’infiammazione a lungo termine dello stomaco).
  • anemia perniciosa (un tipo di anemia causata dalla carenza di vitamina B12).
  • poliposi (gastrica) allo stomaco.

Famigliarità

Le condizioni genetiche possono favorire il rischio di cancro allo stomaco in caso di :

  • madre, padre, sorella o fratello affetto/a da cancro allo stomaco.
  • gruppo sanguigno A
  • sindrome di Li-Fraumeni.
  • poliposi adenomatosa familiare (FAP).
  • cancro colorettale ereditario non poliposico (HNPCC; sindrome di Lynch).

Dieta

Il rischio di cancro allo stomaco può aumentare in caso di:

  • dieta povera di frutta e verdura.
  • dieta ricca di proteine animali, ovvero carne e pesce e latticini
  • consumo di alcolici
  • assunzione di alimenti preparati ricchi di conservanti.

Stile di vita

  • il fumo è una delle cause di cancro
  • mancanza di attività fisica
  • obesità

Cause ambientali

  • esposizione a radiazioni
  • essere a contatto con industria di gomma e carbone.

Età e sesso

Il cancro dello stomaco colpisce le persone a partire mediamente dai 45 anni di età e soprattutto gli uomini.

È necessario tuttavia precisare che questi fattori sopra elencati sono solamente fattori che creano un maggiore rischio di contrarre la malattia ma non sono cause accertate.

 

Prevenzione

dieta

Fumo

Gli studi dimostrano che il fumo è legato a un maggiore rischio di cancro allo stomaco. Pertanto smettere di fumare riduce drasticamente il rischio di contrarre il tumore ma non è sufficiente

Alimentazione

É ormai diffusa tra molti medici di qualsiasi specialità dagli igienisti a oncologi, la consapevolezza che una alimentazione sana e naturale è la principale fonte di salute e previene non solamente i tumori ma altri disturbi e patologie.

In modo particolare si consiglia di:

  • consumare principalmente frutta, verdura e cereali
  • eliminare carne (di ogni tipo) pesce e latticini
  • eliminare zucchero, sale, caffe tè e bevande zuccherine e gassate
  • eliminare spezie troppo piccanti

Trattamento dell’infezione da Helicobacter pylori

Alcuni studi dimostrano che l’infezione cronica da Helicobacter pylori (H. pylori) è legata a un maggiore rischio di tumore.

Quando il batterio H. pylori infetta lo stomaco, l’infezione che provoca può causare cambiamenti strutturali nelle cellule che rivestono le pareti. Nel corso del tempo queste cellule anomale possono sviluppare un cancro. Pertanto il trattamento di questa particolare infezione ne riduce il rischio.

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend