La tonsillite: definizione, cause, rimedi

da Redazione Iunoy,

La tonsillite e’ un’infiammazione alle tonsille a causa di virus o batteri. Si tratta di un disturbo piuttosto frequente nei bambini ma possono insorgere anche nella maggiore eta’ anche se meno frequentemente.

Tonsille

Una piccola parentesi è necessaria per spiegare cosa sono le tonsille.  Conosciute anche con il nome “amigdale” , le tonsille sono organi linfoghiandolari presente nella cavità orale, parzialmente visibili dalla bocca, localizzate nella sua parte posteriore e nella parte superiore della gola. La loro posizione strategica ha la funzionalitá precisa di fare da barriera per l’apparato respiratorio e proteggendolo da agenti virali e batterici provenienti dall’esterno come microorganismi presenti nell’aria.

Quando le tonsille vengono infettate, isolano infatti l’infezione e bloccano l’eventuale diffusione all’interno dell’organismo.

Quando il sistema immunitario dei bambini si sviluppa, al termine della pubertá, le tonsille perdono il loro importante ruolo di sentinelle in difesa del nostro corpo e si rimpicciolisco naturalmente.

Sintomi della tonsillite

Oltre alle tonsille gonfie ed infiammate  possono sorgere altri sintomi relazionati alla patologia, quali:

  • dolore ai linfonodi del collo,
  • febbre alta
  • mancanza di congestione nasale.
  • mal di gola
  • mal di testa
  • afonia
  • difficolta a deglutire
  • sensazione di prurito alla gola
  • mancanza di forze

I sintomi in genere migliorano dopo tre o quattro giorni.

Se il mal di gola ha cause virali in genere i sintomi sono lievi, mentre se la tonsillite è causata da un’infezione batterica, come ad esempio un’infezione da streptococco, i sintomi di solito sono più gravi

Rimedi per la tonsillite

  • Se l’infiammazione é virale, come nella maggior parte dei casi, si cura in maniera sintomatica. Ovvero, l’unica cosa da fare è attendere che il virus faccia il suo decorso e attrezzarsi per alleviare il dolore e l’infiammazione. Quindi si raccomanda:
    • Riposo in casatonsillite
    • Somministrazione di molti liquidi
    • Antipiretici – Per i bambini si usa il paracetamolo, in quanto l’aspirina puo’ provocare degli effetti collaterali
    • Gargarismi disinfettanti a base di soluzione salina

Per una completa guarigione possono essere necessarie una settimana o due.

 

  • Se l’infiammazione é di tipo batterico é necesaria l’assunzione di antibiotici a spettro largo, ma sempre dietro prescrizione medica.

Intervento chirurgico

Si rende necesario effettuare una tonsillectomia nelle seguenti situazioni in cui la tonsillite si e’ presentata ripetutamente durante un determinato periodo:

  • Sette o più infezioni gravi della gola, nell’arco di un anno.
  • Cinque o più infezioni gravi della gola all’anno, per un periodo di due anni.
  • Tre o più infezioni gravi della gola all’anno, per un periodo di tre anni.

Altri casi in cui è necessario intervenire chirurgicamente:

  • quando le tonsille sono arrossate e gonfiate da causare difficoltà di respirazione durante la notte
  • quando si tratta di curare un ascesso che non migliora con la terapia antibiotica

La tonsillectomia di solito viene svolta in day hospital. Tuttavia,  per una completa guarigione saranno necessarie una settimana o due di convalescenza.

In etá adulta l’asportazione delle tonsille avviene solo nel caso in cui la tonsillite provoca il sorgere di un ascesso che debe venire drenato chirurgicamente.

Si puo’ trasmettere la tonsillite?

Non e’ lo stesso mal di gola ad essere contagioso, ma le infezioni che lo causano. Nel caso di infezione virale, i virus si trasmettono attraverso contatti ravvicinati con pazienti infetti quando sternutiscono o tossiscono.

Leggi anche:   Sindrome del muscolo piriforme: che cos'è?

Diagnosi

Oltre all’osservazione dei sintomi evidenti menzionati sopra, il medico controllerà le tonsille e la parte posteriore della gola, per verificare la presenza di altri  sintomi di infezione come rossore e pus. Potrà inoltre prescrivervi questi esami che permettono una diagnosi piu’ precisa sulla natura dell’infezione:

  • Tampone faringeo. Si tratta di un semplice e veloce esame in cui il medico passa un bastoncino sterile nella parte posteriore della gola per raccogliere un campione di secrezioni. Il campione verrà esaminato in laboratorio, per evidenziare l’eventuale presenza di streptococchi. In circa 24 ore già si hanno i risultati degli esami.
  • Esami del sangue completi. In alcuni casi, è necessario un esame del sangue specifico, emocromo, per poter identificare in modo più preciso la causa dell’infezione. In questo esame si valuta se sono presenti una grande quantità di globuli bianchi oppure specifiche

Non somministrate l’aspirina ai bambini di età inferiore ai 12 anni, perché c’è il rischio che contraggano la Sindrome di Reye, una malattia potenzialmente letale.

Complicazioni

É raro che sorgano complicazioni da un tonsillite, ma possono verificarsi eventualmente nei seguenti casi:

  • nel caso in cui la causa è un’infezione batterica, che si diffonde in altre parti del corpo
  • Se non vengono curate le tonsille, e si goinfiano, possono ostruire le vie respiratorie e provocando apnee nel sonno e diversi altri disturbi.
  • Inoltre se la tonsillite non viene curata il pus si diffonde tra la tonsilla e i tessuti molli che la circondano, formando un ascesso. Questo puo’ coprire i tessuti molli della parte posteriore del palato e in rari casi diffondersi nel flusso sanguigno o nel collo o nel petto.
  • Alcuni ceppi di streptococchi che provocano la tonsillite possono anche essere causa di infiammazione dei reni o la febbre reumatica, una malattia grave che è in grado di colpire il cuore, le articolazioni, il sistema nervoso e la pelle.

Prevenzione

Come dicevamo precedentemente i germi che provocano la tonsillite virale e batterica sono contagiosi. È pertanto opportuno osservare alcune precauzioni che permettono di prevenire la trasmissione di questi germi e batteri equindi la comparsa di malattie di origine batterica, compresa la tonsillite.

  • Lavatevi spesso le mani e consigliate ai vostri figli di fare altrettanto.
  • Quando tossite o starnutite non dimenticatevi di usare il fazzoletto (o al massimo la manica).
  • Non condividente i bicchieri o le stoviglie con qualcun altro.
  • Evitate di stare a stretto contatto con le persone malate.
  • Se vostro figlio è positivo al tampone per lo streptococco deve completare almeno 24 ore di terapia antibiotica prima di ritornare a scuola o all’asilo.

La tonsillite di solito non è una malattia grave, ma può provocare complicazioni se non viene curata. È pertanto indispensabile consultare il medico (allopatico o omeopata) affinché possa analizzare accuratamente tutti i sintomi e prescrivere la cura corretta.

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend