Stomaco: anatomia, funzioni, disturbi

da Redazione Iunoy,

Lo stomaco è un organo dell’apparato digerente di circa 25 cm collocato nella regione addominale, tra l’esofago e il duodeno.

Sebbene viene sempre rappresentato a forma di sacco allungato, la sua forma e la sua posizione reali sono molto variabili a seconda del suo riempimento e della posizione che assume l’individuo.

Nello stomaco si distinguono anatomicamente le seguenti parti:

  • Il fondo – (in Latino fundus ventriculi/stomaci): è una porzione ghiandolare, che si appoggia posteriormente al diaframma, distinguibile tracciando un’immaginaria linea orizzontale a partire dall’incisura cardiale. Corrisponde radiologicamente alla bolla gastrica, ovvero  alla parte dello stomaco piena d’aria e pertanto radiotrasparente, in quanto non raggiunta dal contrasto radiológico.
  • il cardias – corrispondente alla giunzione gastroesofagea e permette il passaggio del bolo alimentare (cibo masticato e imbevuto di saliva) dall’alto verso il basso. Il cardias ha la funzione di impedire il reflusso del cibo ingerito verso l’esofago grazie ad una serie di meccanismi quali il mantenimento di un certo tono muscolare e fibre oblique della tonaca muscolare interna dello stomaco che costituiscono una valvola virtuale che occlude il lume.
  • Il corpo (lat. corpus ventriculi/stomaci – rappresenta l’area piu’ grande dello stomaco e che si trova tra il fondo e l’antro. Ha una forma stomaco -anatomia- disturbighiandolare ad asse verticale, leggermente inclinato a destra e ristretto in basso.  La mucosa del corpo dello stomaco presenta pieghe gastriche permanenti, diffuse in particolare nelle regioni postero-mediale, mediale e antero-mediale, cioè nella zona prossimale alla piccola curvatura. Le pareti interne della grande curvatura possiedono pieghe dai motivi più contorti e sempre più definite ed in rilievo man mano che ci si sposta dal fondo dello stomaco al confine con l’antro pilorico. Ciò rallenta il passaggio dei liquidi e del bolo alimentare. Si ipotizza che i liquidi possano transitare più velocemente lungo la piccola curvatura rispetto alla grande curvatura, per questo le pieghe della prima formano insieme quella che viene chiamata “via gastrica breve”.
  • L’antro, porzione finale dello stomaco, che si estende dalla piccola curvatura sino al piloro; (lat.pars pylorica): è una porzione di forma cilíndrica e la sua mucosa interna è per la maggior parte liscia, ma in stato di contrazione si possono notare pieghe rilevanti al confine con il canale pilorico; si tratta di pieghe longitudinali, più simili a quelle della via gastrica breve che non a quelle della grande curvatura.
  • Il piloro, è uno sfintere muscolare che collega lo stomaco al duodeno, la cui posizione depende dal restringimento del canale pilorico. È formato da fibrocellule muscolari circolari lisce ispessite intrecciate con alcune fibre muscolari oblique.

Capacita’ dello stomaco

Nell’uomo lo stomaco ha una capacità di 0,5 L se vuoto, ed ha una capienza media, se completamente pieno, di circa 1-1,5L. Dopo un pasto normale, generalmente si espande per contenere circa 1 L di bolo, ma può anche arrivare a dilatarsi per contenerne fino a 4L ed oltre, comprimendo però gli altri organi della cavita’ addominale e anche  del torace

Funzioni dello stomaco

Lo stomaco svolge varie funzioni, tra cui:

  • Immagazzinamento del cibo ingerito in attesa della sua digestione. Lo stomaco é come una specie “contenitore per gli alimenti provenienti dall’esofago, consentendo di ingerire grandi quantita’ di cibo.
  • Digestione proteine – nello stomaco inizia la digestione dlle proteine e dei carboidrati tramite il peprinogeno e l’acido cloridrico.
  • Rimescolamento del cibo al suo interno tramite i suoi movimenti. Lo stomaco permette infatti il rimescolamento del bolo alimentare (il cibo unito a saliva dopo la masticazione) con il succo gástrico trasformandolo in chimo e facendolo procederé verso il duodeno en el resto dell’apparato digerente.
  • Svolge attivita’ di secrezione endocrina.
Leggi anche:   Intossicazione alimentare: sai come prevenirla e curarla?

Malattie e Disturbi

Il mal di stomaco è un sintomo alquanto diffuso, e il piu’ delle volte passeggero che regredisce in modo spontaneo o grazie all’aiuto di semplici interventi comportamentali o un cambiamento delle abitudini alimentare.

Più raramente, invece, rappresenta la spia di condizioni patologiche piuttosto serie che richiedono un intervento medico appropriato, specifico e, talvolta, immediato.

Proprio questa seconda possibilità spiega per quale motivo sia importante riconoscere l’entità di un mal di stomaco, sapendone avvertire i sintomi e capire quando é necesario consultare il medico.

Ovviamente la terapia del mal di stomaco varia in relazione alle cause scatenanti. Elenchiamo qui di seguito quali possono essere le principali cause scatenanti del mal di stomaco:

  • Aerofagia
  • Bruciori di stomaco
  • Dolore alla bocca dello stomaco
  • Ematemesi
  • Epigastralgia
  • Eruttazione
  • Gastrite e gastrite crónica
  • Gorgoglio addominale
  • Nausea
  • Nausea in gravidanza
  • Reflusso gastroesofageo
  • Reflusso Biliare
  • Congestione digestiva
  • Sindrome di Zollinger-Ellison
  • Ulcera gástrica
  • Ulcera perforante
  • Tumore allo stomaco
  • Stomaco gonfio
  • Vomito
  • Stenosi pilórica
  • Pirosi
  • Laparocele
  • Ernia iatale

Quando contattare il medico

In presenza di mal di stomaco, è bene rivolgersi al medico se:

  • I sintomi persistono e sembrano non dipendere dalle abitudini alimentari
  • La terapia che il paziente sta seguendo non sembra portare alcun miglioramento dei sintomi.
  • Il mal di stomaco e’ accompagnato da vomito con  tracce di sangue
  • Le feci appaiano nere e appiccicaticce, o catramose
  • Il quadro dei sintomi associati al dolore in sede epigastrica include anche dyspnea ( o fiato corto)  febbre, perdita di peso inspiegabile, debolezza o un qualsiasi altro segno di malessere generale
  • Ogni volta che si é in dubio su come comportarsi

 

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend