Stiramento muscolare nella gamba

da Redazione Iunoy,

Lo stiramento muscolare nella gamba è un infortunio molto comune nelle persone che praticano regolarmente sport, ogni atleta professionista nel corso della sua carriera si è scontrato con questo problema numerose volte.

Si tratta di un infortunio di media intensità, più doloroso e invalidante di una semplice contrattura, ma meno grave di uno strappo muscolare. È il risultato di una serie di fattori che portano il muscolo della gamba a allungarsi in modo innaturale, generando uno stiramento, con conseguente limitazione dei movimenti e in generale con il peggioramento della qualità di vita della persona che ne soffre.

In cosa consiste uno stiramento muscolare gamba?

Lo stiramento muscolare gamba non prevede la rottura delle fibre muscolari, come avviene nello strappo, ma il loro eccessivo allungamento che altera il tono del muscolo interessato. I muscoli della gamba sono sottoposti a moltissime sollecitazioni durante la giornata e subire stiramenti o strappi è molto comune, specialmente tra gli atleti professionisti e dilettanti.

Si tratta di un disturbo di media intensità, molto doloroso e invalidante. Il muscolo può essere usato, ma è molto doloroso e i medici consigliano sempre assoluto riposo.

Le cause dello stiramento muscolare gamba

Ci sono molti fattori che possono portare allo stiramento muscolare gamba. Ecco quali sono i principali:

  • Poco riscaldamento: il muscolo non è stato adeguatamente preparato allo sforzo che deve compiere, le fibre sono “fredde” e di conseguenza piò propense a stirarsi o addirittura a strapparsi. È molto importante trascorrere del tempo riscaldando e allungando i muscoli del corpo per prepararli allo sforzo. Pochi minuti di allenamento cardio e dello stretching sono più che sufficienti.
  • Sforzi eccessivi: i muscoli delle gambe sono alcuni dei muscoli più potenti del nostro corpo, ma non possono sopportare degli sforzi eccessivi, per esempio sollevare improvvisamente grossi carichi. Il limite dei muscoli dipende dalle caratteristiche di ogni persona, ma è fondamentale non cercare mai di superare i limiti del nostro corpo. Alla fine è possibile considerare lo stiramento come un “segnale di allarme” del nostro corpo, che agisce per impedirci di continuare la nostra attività e subire uno strappo muscolare.
  • Movimenti bruschi: segue il principio del poco riscaldamento. Il muscolo non si aspetta quel movimento in quel preciso momento e il muscolo non è pronto a eseguirlo. La conseguenza può facilmente essere uno stiramento muscolare nella gamba. Un esempio di questa situazione è la classica storta o inciampare.
  • Urti e traumi fisici: Subire un trauma fisico può portare a uno stiramento e a molto dolore. È il caso dei calciatori che subiscono falli particolarmente duri e riportano stiramenti e contratture.
  • Attrezzature non adatte: Indossare abbigliamento non idoneo all’attività o troppo stretto può portare a problemi di postura e, nei casi più gravi, a uno stiramento muscolare gamba.

I sintomi dello stiramento muscolare nella gamba

Il sintomo principale, e forse l’unico vero sintomo, è un forte dolore che si percepisce nella gamba. Il dolore può essere più o meno intenso a seconda dell’entità dello strappo e invalidante, anche se non è impossibile continuare l’attività sportiva, cosa però fortemente sconsigliata da tutti i medici.

In alcuni casi è presente anche un gonfiore.

Come si cura uno stiramento muscolare nella gamba?

La prima cosa da fare quando si è vittima di uno stiramento muscolare alla gamba è quella di interrompere immediatamente l’attività sportiva per non rischiare di aggravare ulteriormente la situazione e distendersi. A meno che non sia indispensabile, non proseguite quello che stavate facendo, perché in questi casi lo stiramento muscolare gamba è solo un preludio a uno strappo muscolare.

Il passo successivo è quello di limitare i danni e la zona interessata dallo stiramento. La migliore procedura da adottare è il protocollo RICE, che si occupa di dettare le linee guida da seguire in caso di stiramenti e noie muscolari.

stiramento muscolare e strappo muscolare - cura- prevenzione

RICE è un acronimo formato dalle parole che dettano le linee guida, ovvero REST, ICE, COMPRESSION e ELEVATION.

  1. Rest: Interrompere quello che si sta facendo e distendersi per non affaticar e ulteriormente le gambe.
  2. Ice: Usare il ghiaccio per fermare l’emorragia e limitare l’estensione dello stiramento muscolare gamba. Si può usare ghiaccio secco, spray o ghiaccio tradizionale.
  3. Compression: Si suggerisce di comprimere l’area interessata dallo stiramento muscolare gamba con bende e garze per limitare il diffondersi dell’emorragia.
  4. Elevation: Sollevare le gambe da terra per facilitare il drenaggio dei liquidi.

Il protocollo RICE è ideale per gestire la prima fase dello stiramento. Successivamente è consigliabile visitare un medico, un fisioterapista o un ortopedico per avere un analisi approfondita e un piano di cura dettagliato.

In generale lo stiramento muscolare tende a guarire da solo in poco tempo, mediamente una settimana-dieci giorni nei casi più leggeri. Tutte le terapie attualmente in uso hanno come scopo limitare al massimo il dolore e accelerare il processo di guarigione ma non possono in alcun modo curare lo stiramento.

Il medico può prescrivere:

  • Un periodo di totale riposo per permettere al muscolo di recuperare più velocemente.
  • L’uso di farmaci anti dolorifici e antiinfiammatori per combattere il dolore.
  • Sessioni di massaggi e di Tens.
  • Sessioni di stretching ma solo sotto attenta supervisione medica. Lo stretching allunga i muscoli e li sottopone a un notevole stress e può essere molto pericoloso per un muscolo in guarigione. I fisioterapisti prescrivono delle sessioni leggere di stretching solo nel periodo finale di recupero dallo stiramento muscolare.

Prevenzione

Esistono alcune precauzioni che possono essere adottate per ridurre al minimo il rischio di stiramento muscolare, sia alla gamba che a tutte le altre parti del corpo.

  • Riscaldamento corretto prima di allenarsi. Non è tempo perso, ma attività necessaria per preparare i muscoli allo sforzo.
  • Non esagerare. Conosci i tuoi limiti e non cercare di strafare in palestra. I progressi devono essere graduali e tutti gli esercizi concordati con un personal trainer.
  • Indossa abbigliamento adatto all’attività fisica. Puoi acquistare prodotti di qualità a prezzi economici online o nelle grandi catene di abbigliamento sportivo.
  • Concedi un adeguato periodo di riposo tra ogni sessione di allenamento.

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend