Stiramento muscolare all’inguine

da Redazione Iunoy,

Gli stiramenti muscolari sono un disturbo fisico molto comune, specialmente nelle persone che praticano regolarmente attività sportiva. Tutti i muscoli del corpo possono incorrere in uno stiramento, ma uno degli stiramenti più diffusi e dolorosi è lo stiramento muscolare inguine, che viene riconosciuto come un disturbo doloroso anche se non è grave e in generale è facilmente risolvibile se si conoscono le procedure da adottare.

Cosa è lo stiramento muscolare all’inguine?

Lo stiramento muscolare inguine, esattamente come ogni altro tipo di stiramento, è la conseguenza dell’allungamento innaturale delle fibre di un muscolo.

Queste fibre si allungano in maniera eccessiva a causa di una serie di fattori e hanno come conseguenza lo stiramento delle fibre muscolari.

Si tratta di un disturbo che generalmente viene classificato come “media entità”, più grave della contrattura ma allo stesso tempo molto meno grave e invalidante dello strappo muscolare.

Solitamente lo stiramento muscolare all’inguine coinvolge cinque muscoli adduttori ma questi muscoli possono avere diversi tipi di stiramento.

Questo tipo di stiramento non è completamente invalidante, anche se si consiglia di interrompere immediatamente l’attività fisica e di evitare di sollevare carichi anche leggeri per non rischiare di peggiorare la situazione e ritrovarsi con una serie costante di dolori all’addome e all’inguine.

Se lo stiramento viene trascurato il dolore diventerà costante e si presenterà in ogni momento della giornata.

Quali sono le cause dello stiramento muscolare all’inguine?

Ci sono molte cause che possono portare allo stiramento muscolare inguine, vediamo le principali:

  • Assenza di riscaldamento: Le persone che si allenano senza essere riscaldate sottopongono i loro muscoli a uno stress notevole senza averli adeguatamente preparati. Il risultato è quello di mettere a rischio la salute dei muscoli e incorrere in stiramenti, strappi muscolari o contratture. Un corretto riscaldamento è fondamentale per ogni attività fisica perché scalda i muscoli e li prepara all’allenamento. Richiede solo pochi minuti e ridurrà notevolmente i rischi di noie muscolari.
  • Movimenti innaturali: Si tratta di movimenti che non sono naturali e spesso sono improvvisi e violenti.  Il muscolo non è pronto a questo sforzo e viene “colto di sorpresa” aumentando notevolmente il rischio di incorrere in uno stiramento muscolare inguine.
  • Traumi: Traumi di qualsiasi tipo, come per esempio contrasti nelle attività sportive, possono, se trascurati, portare a stiramenti o a strappi muscolari. È difficile che lo stiramento muscolare all’inguine sia la conseguenza di un singolo trauma, è più probabile che sia la conseguenza di una serie di microtraumi accumulati nel corso del tempo.
  • Sforzi: Allo stesso modo dei traumi e dei movimenti innaturali, anche gli sforzi possono portare a strappi e a problemi muscolari a causa della grande pressione che viene esercitata dai muscoli.

I gradi dello stiramento

Lo stiramento all’inguine può avere diversi gradi di gravità. Più grave sarà lo stiramento e più lungo sarà il recupero.

  1. Stiramento di Primo Grado: Si tratta della forma più lieve, la fibra è stirata al 25%. Il fastidio è presente all’inguine e all’interno della coscia e spesso viene scambiata per una semplice contrattura.
  2. Stiramento di Secondo Grado: Interessa il 90% del tessuto muscolare il dolore è immediato. Sono presenti anche gonfiori e lividi. Il muscolo non appare contratto, ma molto debole. Le attività fisiche sono fortemente sconsigliate.
  3. Stiramento di Terzo Grado: Tutto il muscolo è vittima dello stiramento ed è presente anche una rottura del tessuto muscolare. In questo caso il dolore è particolarmente acuto e invalidante. Allenarsi è impossibile e anche solo camminare procura un dolore lancinante. Si tratta della forma più grave di stiramento muscolare inguine e richiede tempo per essere guarita.
Leggi anche:   Tendinite: tutto quelle che devi sapere per prevenirla e curarla

I sintomi dello stiramento muscolare all’inguine

Ogni tipo di stiramento è facilmente riconoscibile grazie a un semplice sintomo.

Il dolore interessa l’inguine, gli adduttori, gli addominali bassi e il pube. Spesso si accompagna a una sensazione di calore ad ogni movimento. Il dolore diventa più intenso a seconda del grado di stiramento, i muscoli possono essere duri oppure deboli e ogni attività fisica risulterà estremamente difficile da compiere.

Stiramento muscolare all'inguine - IUNOY magazine

Cosa fare?

La prima cosa da fare quando si è vittima di uno stiramento muscolare all’inguine è interrompere ogni tipo di attività fisica per evitare di peggiorare la situazione.

La seconda cosa da fare è cercare di contenere lo stiramento attraverso l’applicazione del metodo RICE, il protocollo internazionale per il trattamento di tutte le lesioni muscolari riducendo il flusso sanguigno in tutta l’area colpita.

Il protocollo RICE ha quattro fasi:

  • Rest: Risposo immediato ai primi sintomi.
  • Ice: Applicare del ghiaccio su tutta l’area interessata dallo stiramento per ridurre il flusso sanguigno.
  • Compression: Comprimere l’area attraverso bendaggi e fasciature serve a ridurre il flusso sanguigno.
  • Elevation: Sollevare la zona interessata dallo stiramento permette di ridurre l’edema e la circolazione del sangue.

Dopo aver limitato l’afflusso del sangue nella zona interessata dallo stiramento è necessario consultare un medico o un fisioterapista per una valutazione dell’entità dello stiramento e per pianificare un percorso di cura.

Le terapie più usate per curare lo stiramento muscolare inguine sono:

  • Riposo totale per almeno 4 settimane.
  • Farmaci antidolorifici o anti infiammatori. Ad oggi non esistono farmaci in grado di curare lo stiramento muscolare ma solamente per curare il dolore e per limitarne gli effetti.

In generale lo stiramento muscolare si cura da solo con riposo e senza attività fisica. Mediamente sono necessarie 4 settimane di recupero ma nei casi più gravi il periodo di riposo può arrivare fino a 6 settimane.

Prevenzione

Prevenire è meglio di curare e ci sono alcuni accorgimenti che è possibile integrare nel proprio stile di vita per evitare di subire uno stiramento muscolare.

  • Riscaldarsi in modo adeguato prima dell’attività fisica.
  • Non esagerare nell’allenamento.
  • Indossare abiti adeguati per l’allenamento.
  • Indossare calzature comode.
  • Migliorare la propria postura

In ogni caso è consigliabile consultare un fisioterapista dopo aver recuperato dallo stiramento muscolare per avere consigli su come evitare di affrontare di nuovo questo problema.

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend