Risonanza magnetica

Salute da Redazione Iunoy,

La risonanza magnetica è un esame di estrema precisione diagnostica che permette di visualizzare l’interno del nostro corpo senza effettuare operazioni chirurgiche o somministrare pericolose radiazioni ionizzanti.

Questo metodo di diagnosi non ha pertanto effetti collaterali di alcun tipo e viene utilizzato per diagnosticare la presenza di numerose malattie.

In modo particolare viene utilizzata per ottenere un’analisi dettagliata di:

Viene utilizzato per diagnosticare la presenza di patologie in molteplici campi: traumatología

  • oncología
  • ortopedia
  • cardiología
  • gastroenerologia

Come funziona

Il funzionamento della risonanza magnética e’ piuttosto complesso in quanto basato sui principi della meccanica quantistica.

Non entriamo in complicati dettagli scientifici in questa sede. Solamente basti sapere che durante l’esame, le parti anatomiche sotto esame vengono sottoposte a fortissimi campi magnetici e dalla risposta degli atomi che si ricavano,  si ricavarne immagini attraverso un rilevatore elettronico, che li trasmette ad un potente computer, dove verranno analizzati ed elaborati.

Campi di applicazione

La risonanza magnetica viene impiegata con successo per ottenere immagini dettagliate di molti tessuti. La precisione dei risultati permette di ottenere dei risultati che altri metodi diagnostici non rilevano. In modo particolare si puo’ :

  • studiare la vascolarizzazione dei tessuti
  • misurare lo stato di idratazione dei dischi vertebrali
  • diagnosticre sospette alterazioni della colonna vertebrale
  • conscere la salute delle articolazioni
  • diagnosticare malattie neurologiche
  • valutare la composizione corporea
  • diagnosticare alcune forme tumorali

La valutazione della composizione corporea e la diagnosi di eventuali problemi alla colonna vertebrale sono due aspetti che meritano un ulteriore approfondimenti che vi proponiamo qui di seguito.

Leggi anche:   Dolore ai reni: da cosa dipende e perché non va sottovalutato

Esaminare il mal di schiena con la risonanza magnetica

Sospette alterazioni della colonna vertebrale si possono diagnosticare con grandi dettagli attraverso la risonanza magnetica.

In modo particolare l’esame indica lo stato di salute dei dischi intervertebrali.

I pazienti che maggiormente vengono sottoposti a questo esame son coloro che soffrono di mal di schiena cronico o invalidante.

L’ernia al disco (uno schiacciamento di vertebre che è anche causa di sciatalgia o cruralgia), è una di quelle patologie che si possono più facilmente diagnosticare attraverso con la risonanza magnetica

risonanza magnetica

Valutazione della composizione corporea

In contesto medico sportivo la risonanza magnetica aiuta a diagnosticare:

  • la percentuale del grasso corporeo
  • lo spessore del pannicolo adiposo sottocutaneo
  • la distribuzione del tessuto adoposo regionale o totale
  • la quantità di tessuto adiposo viscerale o intraddominale.

L’unica nota negativa è che la risonanza magnetica ha un elevato costo e bassa disponibilita’ il che la rende abbastanza limitata in campo sportivo.

Fattori di rischio ed effetti collaterali

Come menzionato precedentemente la risonanza magnetica è un’indagine sicura e del tutto innocua per l’organismo umano. È pertanto possibile ripetere esami a breve tempo senza causare alcun effetto collaterale.

Poiché la risonanza magnetica utilizza un campo magnetico generato dall’apparecchiatura, non è possibile sottoporsi a questo esame si si posseggono apparecchi metallici nel corpo, come

  • Pacemaker
  • Protesi metalliche
  • Clips vascolari

Tuttavia, ultimamente la maggior parte dei metalli utilizzati ad uso medico sono compatibili con la risonanza magnetica.

Preparazione all’esame

La preparazione all’esame di risonanza magnetica è molto semplice in quanto non richiede né digiuno o diete particolari.

È tuttavia indispensabile prima dell’esame togliersi qualsiasi oggetto o indumento contenente parti metalliche (borse, gioielli, cinture, portafoglio, scarpe ecc.).

Inoltre il medico o il personale autorizzato richiederà la compilazione di un questionario per accertarsi che non vi siano controindicazioni all’esame.

Esecuzione

Dopo la fase di preparazione il paziente viene fatto distendere sul lettino che scorrerà all’interno del macchinario fino a posizionarsi tra i poli del magnete.

Nei macchinari usati precedentemente la forma chiusa dell’apparecchiatura poteva causare claustrofobia mentre i macchinari moderni hanno una struttura aperta, ovviando quindi al problema.

Il paziente dovrà solamente rilassarsi ed eventualmente avvisare il personale in caso di qualsiasi eventuale forma di malessere.

A protezione dei rumori piuttosto forti e secchi, dovuti all’emissione delle onde radio, vengono anche forniti degli appositi auricolari.

Talvolta il medico può decidere di iniettare nel paziente del gandolino, un mezzo di contrasto che permette di migliorare il livello delle immagini e la qualità dei risultati, senza effetti collaterali.

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend