Il piede di Charcot: spesso confuso con una banale distorsione

da Redazione Iunoy,

Il piede di Charcot: introduzione

Anche conosciuto come “Neuro-Osteoartropatia di Charcot”, il piede di Charcot é una patologia molto grave che si accompagna sempre alla presenza di neuropatia diabetica e che porta alla deformazione e alla frammentazione delle ossa del piede.

Le problematicità di questa patologia sono molteplici e spesso non sono legate solo alla sua natura.

Di fatti, oltre ad una malattia degenerativa grave, vi é il problema che quasi mai viene riconosciuta nel suo stadio iniziale (spesso i sui sintomi sono confusi con una banale distorsione) rendendo particolarmente difficile essere tempestivi.

Nello specifico, nel piede di Charcot si instaura una patologia delle ossa del piede: inizialmente piccole fratture, in seguito frammentazioni ossee con perdita dei rapporti articolari normali fino a condurre alla impossibilità di distinguere le ossa tra di loro.

Le parti del piede più coinvolte sono:

  • il mesopiede con una percentuale maggiore al 50% dei casi
  • il retropiede è interessato nel 28% dei casi
  • la caviglia nel 19% ed infine l’avampiede nel 3% dei casi.

L’incidenza della patologia oscilla tra lo 0,1 e il 5% dei pazienti diabetici, ma la malattia è ancora poco conosciuta e certamente sottostimata.

 

piede di charcot - piede-anatomia-ossa-articolazioni-salute-iunoy

Il piede di Charcot: le cause che lo generano

La prima causa dell’osteoartropatia di Charcot è la presenza di neuropatia diabetica.

Le teorie sull’origine della patologia sono numerose, ma è molto probabile una genesi di tipo infiammatorio locale.

Per quanto riguarda altre possibili cause, si pensa all’eredità genetica. Purtroppo, al momento, i dati raccolti sono scarsi e spesso discordanti.

La patologia rimane tutt’ora poco conosciuta e spesso sottostimata.

Il piede di Charcot: con quali sintomi si presenta

Data la sua eziologia, é molto difficile individuare i sintomi se non nella fase acuta.

Leggi anche:   Sai che cos'è la sincope? Scopri di più in questo articolo

Infatti, trattandosi di una patologia degenerativa su base infiammatoria, il piede di Charcot si manifesta con segni di infiammazione violenta tra cui:

  • arrossamento
  • dolore
  • aumento della temperatura del piede

Sovente, i sintomi vengono confusi con quelli di altre patologie quali ad esempio una distorsione. Già in questa fase, é molto probabile che siano presenti  piccole fratture, che possono anche sfuggire all’esame radiografico.

Se la fase acuta non viene diagnosticata e curata correttamente il processo di deformazione e frammentazione accelera. In particolare é molto frequente tra le persone affette il continuare a camminare con scarpe comuni.

Se si riesce ad intervenite nella fase acuta, è possibile evitare una deformazione irreversibile del piede; in caso contrario, la malattia diventa cronica.

Il piede di Charcot: rimedi utili

 

Come per ogni patologia ma in modo particolare per il piede di Charcot é di assoluta importanza la tempestività dell’intervento.

Cosa questa che purtroppo come abbiamo visto é molto difficile da ottenere perché il processo degenerativo a volte sfugge anche alla normale radiografia del piede.

Sicuramente, aiuta molto il diffondere la conoscenza del piede ci Charcot, specie nei soggetti che sono affetti di diabete.

La terapia della fase acuta dello Charcot è l’immobilizzazione con apparecchio di scarico gessato.

È assolutamente  categorico in questa fase che il piede non appoggi mai per terra perché il carico contribuirebbe al procedere del sovvertimento osseo. Questo apparecchio deve essere tenuto per molti mesi, almeno tre o quattro.

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend