Il nervo sciatico (o ischiatico): anatomia e funzioni

da Redazione Iunoy,

Anatomia del nervo sciatico 

Il nervo sciatico ( o nerco ischiatico), é il nervo piu’ grande e lungo del corpo umano e appartiene alla categoría dei nervi misti. Nasce nella parte bassa della schiena, piu’ precisamente chiamata zona lombare e sacrale, dalle radici nervose L4-L5-S1-S2-S3 e  decorre posteriormente lungo la coscia, arrivando poi fino alla punta dei piedi.

Struttura del nervo sciatico

Il nervo sciatico é formato da due contingenti di fibre che decorrono separate all’interno di esso e alla fine si dividono nei due rami terminali:nervo sciatico

  • La componente motoria innerva i muscoli della zona posteriore della coscia, parte del grande adduttore e tutti i muscoli della gamba e del piede.
  • La componente sensitiva innerva la cute posteriore e anterolaterale della gamba e quasi tutta la cute del piede (ad eccezione della parte dorsomediale).

Le radici del nervo sciatico si uniscono in un tronco a ridosso del sacro; il nervo sciatico esce quindi dalla cavità pelvica passando dietro l’osso ischiatico, al di sotto del muscolo piriforme e al lato del nervo cutaneo posteriore del femore. Superata la natica, il nervo raggiunge la coscia, dove decorre in prossimità del femore. A questo livello il nervo sciacico si ramifica per innervare i muscoli posteriori della coscia e  parte del grande adduttore.

I due rami terminali del nervo sciatico

In prossimità dell’angolo superiore della cavità poplitea si divide nei suoi rami terminali:

  • il nervo tibiale (o sciatico popliteo interno) che  innerva il gruppo posteriore della gamba, i muscoli plantari e la cute plantare del piede, parte della cute posteriore della gamba e la cute dorsale delle falangi distali. Il nervo rappresenta la diretta continuazione del nervo ischiatico. Dopo la sua origine, scende in cavità poplitea, dove decorre lateralmente rispetto ai vasi poplitei. Da qui passa per tutta la parte posteriore della gamba portandosi verso il basso, fino a raggiungere il malleolo mediale. Qui emette rami sensitivi per la cute mediale del calcagno. Quando raggiunge la pianta del piede, si divide nei nervi plantare mediale e plantare laterale, che innervano la cute e i muscoli plantari.
  • il nervo peroniero comune ( o sciatico popliteo esterno), dopo la sua origine a livello del cavo popliteo, decorre verso il  basso e lateralmente. Nel suo decorso emette rami per il muscolo tibiale anteriore e per il nervo cutaneo laterale del polpaccio, poi circonda il collo chirurgico del perone dove si divide nei suoi rami terminali che sono: il nervo peroniero profondo (che è il ramo mediale) e il nervo peroniero superficiale (che è il ramo laterale).

Funzioni del nervo ischiatico (o nervo sciatico)

Essendo di derivazione da nervi spinali che sono nervi misti, il nervo sciatico possiede una doppia funzione: sensitiva e motoria. Possiede infatti il  controllo di alcune precise zone  cutanee e alcuni muscoli dell’arto inferiore.

  • FUNZIONE MOTORIA – Le innervazioni muscolari del nervo sciatico cominciano a partire dalla coscia. In questa sede, innerva i muscoli posteriori (muscoli ischiocrurali) e il muscolo grande adduttore. Più in basso, nel punto in cui si divide in due, (tibiale e peroniero) prende contatto con tutti gli elementi muscolari della gamba e gli elementi muscolari intrinseci del piede.
  • FUNZIONE SENSITIVA – A livello cutaneo, il nervo sciatico presenta soltanto innervazioni sensitive di tipo indiretto, che stabilisce attraverso le sue due branche principali e le loro diramazioni. Attraverso dei dermatomeri, aree altamente specializzate con proprietà tattili, propriocettive, termosensibili e nocicettive, il nervo sciatico riceve informazioni relative alla variazione di temperatura e agli stimoli dolorosi.
Leggi anche:   Lombalgia: sintomi, cura, rimedi per il dolore lombare

nervo sciatico

Malattie correlate al nervo sciatico

La principale patologia relazionata al nervo sciatico e la sciatalgia o piú comunemente nominata sciatica.

Di fatto si parla di sciatica per descrivere in senso genérico un’irritazione, infiammazione o compressione del nervo sciatico e dei nervi spinali di cui e’ costituito, ovvero i lombari L4 L5 e i sacrali S1, S2, S3. Tuttavia questi disturbi del nervo sciatico sono causati dalle altre patoligie o condizioni quali:

  • L’ernia del disco spinale. Secondo alcune statistiche, sarebbe responsabile del 15% dei casi di sciatica
  • La discopatia degenerativa della zona lombo-sacrale
  • La stenosi spinale del tratto lombo-sacrale
  • La spondilolistesi
  • La sindrome del piriforme
  • Forte sovrappeso
  • Gravidanza
Leggi anche:   Sciatica o sciatalgia: cause e rimedi

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend