Ipotensione: a volte bere non è sufficiente, ecco perché

da Redazione Iunoy,

Ipotensione: introduzione

L’ipotensione è la condizione clinica in cui la pressione sanguigna è di molto più bassa rispetto ai valori ritenuti normali, ovvero quando la pressione massima è uguale o inferiore ai 90 mmHg (e quella minima uguale o inferiore ai 60 mmHg).

I valori considerati normali, per una persona in buone condizioni di salute, oscillano tra i 110 e i 130 mmHg di sistolica (sinonimo di pressione arteriosa massima).

È bene dire che la pressione arteriosa varia da persona a persona, ciononostante i valori ritenuti standard sono quelli a cui ci si attiene per esprimere delle valutazioni circa lo stato di salute.

Una pressione eccessivamente bassa può essere causa di svenimento (o sincope), il quale di solito è preceduto da lipotimia (o pre-sincope). Uno stato simile (di debolezza e ridotta resistenza) si ha anche nei casi di astenia.

Ipotensione: da cosa dipende?

Le cause che provocano uno stato di ipotensione possono essere diverse. Si va da una semplice disidratazione (es. dopo un intenso allenamento) a disturbi più seri.

I fattori principali che inducono a un calo di pressione possono essere:

  • Riduzione della gittata cardiaca
  • Riduzione della massa di sangue in circolo nel corpo
  • Riduzione delle resistenze periferiche

Le cause più comuni sono:

  • Calo di zuccheri
  • Forte emozione (o shock)
  • Cambiamenti rapidi della postura
  • Disidratazione
  • Effetti collaterali dati dai farmaci (es. diuretici e antidepressivi)
  • Caldo prolungato
  • Perdita consistente di liquidi (es. vomito, diarrea)
  • Prolungata convalescenza (es. dopo infezioni virali ed operazioni)
  • Alcol

ipotensione-cause-sintomi-rimediAltre cause che provocano la comparsa di questo sintomo:

  • Anemia
  • Gastroenterite
  • Gravidanza
  • Carenza di vitamine
  • Ustioni
  • Problemi cardio-vascolari
  • Emorragie improvvise
  • Sepsi
  • Shock anafilattico
  • Embolia polmonare
  • Morbo di Parkinson
  • Neuropatia diabetica o nutrizionale
  • Neoplasia del midollo spinale

Nella maggior parte dei casi, l’ipotensione è una condizione temporanea, fatta eccezione per quei soggetti che sono predisposti geneticamente a una pressione bassa.

Tuttavia, nel caso in cui la crisi ipotensiva durasse a lungo, o si ripetesse con una certa regolarità, è assolutamente consigliato rivolgersi al proprio medico di fiducia per valutare meglio l’origine del sintomo.

Potrebbe trattarsi di:

  • Emorragia interna
  • Cardiopatia
  • Insufficienza delle ghiandole surrenali

Nel caso di condizioni patologiche sottostanti, meglio intervenire in tempi rapidi per evitare che l’ipotensione produca ulteriori disfunzioni.

Leggi anche:   Dolore al fianco sinistro: ecco di cosa si tratta

IPOTENSIONE: QUALI SINTOMI PRESENTA?

L’episodio ipotensivo presenta di solito i seguenti sintomi:

  • Astenia
  • Stato confusionale
  • Stanchezza
  • Vertigini
  • Sonnolenza
  • Palpitazioni
  • Sudore freddo
  • Nausea
  • Vista offuscata
  • Gambe deboli
  • Difficoltà di concentrazione
  • Pigrizia
  • Apatia

ipotensione-pressione-arteriosa-sintomi-rimedi

La riduzione della pressione arteriosa e, quindi, il minor afflusso di sangue al cervello, possono determinare lo svenimento e cadute a terra o, ancor più grave se si è al volante, incidenti stradali.

Essendo molto diffusi tra gli anziani, i cali tensivi li mettono a rischio di cadute e rotture ossee, data anche la fragilità di questi.

Ipotensione: diagnosi, cura, prevenzione

La diagnosi dell’ipotensione è relativamente semplice: si misura la pressione sanguigna che dà informazioni sufficienti a individuare le cause dei sintomi lamentati dal soggetto.

Accanto a questo, il medico valuta il polso, la respirazione e la temperatura corporea, oltre a raccogliere informazioni circa i farmaci assunti dal paziente, la sua dieta tipica, malattie e traumi recenti.

Qualora ciò inducesse a pensare a una patologia specifica, il medico prescriverà ulteriori accertamenti:

  • Esami del sangue + esami delle urine
  • ECG (Elettrocardiogramma)
  • Radiografia del torace

Se non c’è ragione di sospettare malattie gravi, e l’ipotensione non è associata ad alcun altro sintomo, non viene prescritto alcun trattamento.

sport

Se invece si individua la causa scatenante, allora verrà definita la cura per la stessa.

In alcuni casi, può essere una riduzione dei farmaci assunti (compensati con altro), l’utilizzo di calze contenitive o l’assunzione di un maggior quantitativo d’acqua per evitare gli stati di disidratazione.

Da un punto di vista della prevenzione, chi soffre di pressione bassa dovrebbe:

  • Evitare di stare in piedi troppo a lungo
  • Bere acqua a sufficienza
  • Aumentare il consumo di sale (senza esagerare!)
  • E, solo nei casi più gravi, assumere farmaci specifici

La terapia è legata alla situazione di base, ma se si eccettuano i casi di ipotensione causata da gravi patologie, per cui è richiesto il ricovero ospedaliero, in genere è sufficiente una buona idratazione.

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend