Ipertiroidismo: di cosa si tratta

da Redazione Iunoy,

L’ipertiroidismo  è uno dei più frequenti disturbi endocrino-metabolici. Si tratta di sindrome clinica che riguarda la tiroide che  produce ormoni in eccesso, in particolar modo la tiroxina (T-4) e triiodotironina (T-3).

La quantità di ormoni prodotti dalla tiroide è normalmente controllata dalla ghiandola pituitaria situata nel cervello che è a sua volta regolata dall’ipotalamo.

L’ipertiroidismo causa un’accelerazione del metabolismo che porta ad una improvvisa e rapida perdita di peso, battito del cuore irregolare, sudorazione eccessiva, agitazione o irritabilità, sintomi principali della patologia.

Anche se l’ipertiroidismo può diventare un problema serio, se lo si ignora, si può guarire facilmente da questo disturbo, una volta individuato e trattato.

Sintomi dell’ipertiroidismo

L’ipertiroidismo presenta una vasta quantità sintomi, molti dei quali in comune con altre patologie e per questo difficile da identificare. Elenchiamo i più significativi e frequenti:

  • improvvisa e rapida perdita di peso, nonostante la quantità assunta di cibo rimanga la stessa o aumenti
  • tachicardia – normalmente più di 100 battiti al minuto
  • aritmia – irregolare battito del cuore
  • palpitazioni
  • aumento di appetito
  • nervosismo, ansietà, irritabilità
  • tremore, specialmente delle mani o delle dita
  • sudorazione eccessiva
  • cambiamenti nel ciclo mestruale
  • maggiore sensibilità al calore
  • cambiamento nelle abitudini dei movimenti intestinali
  • ingrossamento della ghiandola della tiroide che si manifesterà come un gonfiore alla base del collo
  • difficoltà nel dormire
  • affaticamento e debolezza nei muscoli
  • assottigliamento della pelle
  • assottigliamento e sfoltimento dei capelli
  • la maggior parte delle persone accusano solamente sintomi quali accelerazione cardiaca, intolleranza al calore e affaticamento.

Si tenga inoltre presente che medicinali utilizzati per la pressione alta spesso nascondono molti dei segni di ipertiroidismo.

Che cos’è la tiroide e quali funzioni svolge

La tiroide è una ghiandola a forma di farfalla situata alla base del collo, sotto il pomo di Adamo. Sebbene sia molto piccola e leggera, la  tiroide ha un ruolo fondamentale per la nostra salute. Infatti qualsiasi aspetto del nostro metabilismo è regolato dagli ormoni della tiroide.

La tiroide produce due ormoni principali, la tiroxina (T-4) e la triiodotironina (T-3) che ha un impatto su ogni cellula del nostro corpo.

Questi ormoni controllano infatti il livello di metabolismo dei grassi e dei carboidrati, la temperatura del corpo, e il battito cardiaco e concorrono nel regolare la produzione delle proteine. La tiroide produce anche calcitonina, un ormone che aiuta a regolare la quantità di calcio nel sangue.

Come funziona la tiroide

Il livello di produzione degli ormoni T-4 e T-3 è controllato dalla ghiandola pituitaria che si trova nell’ipotalamo, localizzato alla base del cervello.

La ghiandola pituitaria agisce come un termostato di tutto l’organismo.

Ecco come funziona:

L’ipotalamo segnala alla ghiandola pituitaria che deve produrre un ormone chiamato tireotropo – meglio noto come TSH (Thyroid Stimulating Hormone).

La ghiandola pituitaria rilascia il TSH in quantità che dipendono da quanto T4 e T3 ci siano nell’organismo. Se non hai a sufficienza T4 e T3 nel tuo organismo, il livello di TSH aumenta, se ne hai troppi, diminuisce.

Successivamente, sulla base della quantità di TSH che riceve, la tiroide produce una data quantità di ormone tiroideo. Se la tiroide non funziona come dovrebbe e rilascia troppo ormone, il livello di TSH del sangue rimane al di sotto della norma al contrario, il TSH nel sangue resta troppo alto.

Cause dell’ipertiroidismo

Oftalmopatia di Graves

Si tratta di una malattia autoimmune in cui gli anticorpi prodotti dal sistema immunitario stimolano la tiroide a produrre una quantita eccessiva di T-4, la causa più comune dell’ipertiroidismo.

Normalmente il sistema immunitario usa gli anticorpi per proteggere l’organismo dai virus, batteri e altri agenti patogeni.

Nel morbo di Graves, gli anticorpi attaccano la tiroide e i tessuti dell’area anteriore agli occhi (oftalmopatia di Garves) e la pelle dei piedi e della tibia (dermopatia di Garves).

I ricercatori non sono ancora certi delle cause relazionate con il morbo di Garves sebbene si è certi che sono involti diversi fattori tra cui la predisposizione genetica.

Con questa patologia i bulbi oculari si possono protrudere a dismisura a causa del rigonfiamento dei tessuti localizzati dietro gli occhi che spingono i bulbi fuori dalle orbite. Ciò causa una forte secchezza degli occhi. Spesso questo problema si cura senza trattamento.

Leggi anche:   Tiroide: anatomia, funzioni e patologie

Segnali che si è in presenza di una Oftalmeopatia di Graves includono:

  • bulbi oculari protratti verso l’esterno
  • occhi rossi e gonfi
  • eccessiva lacrimazione e disagio in uno o entrambi gli occhi
  • sensibilità’ alla luce
  • visione offuscata o doppia
  • infiammazione
  • movimento ridotto della pupilla

Gozzo multinodulare tossico

Il gozzo multinodulare tossico è causato da un’esagerata stimolazione della tiroide per insufficiente sintesi di ormoni tiroidei. E’ caratterizzato dalla presenza di una ghiandola tiroide di dimensioni aumentate (gozzo) al cui interno sono presenti noduli funzionalmente più attivi.

Gozzo nodulare tossico

in questo caso l’ipertiroidismo è il risultato di una iperproduzione ormonale localizzata e non diffusa come nel caso precedente. Una zona più o meno ampia della tiroide “impazzisce” ed inizia a produrre un eccesso di ormoni tiroidei indipendentemente dalla stimolazione del TSH.

Adenoma tossico

Quando uno o più adenomi della tiroide producono ormone tiroideo in eccesso. Un adenoma è una parte della ghiandola che si è separata dalla stessa ghiandola formando una specie di tumore benigno che può causare un ingrossamento della tiroide.

Non tutti gli adenomi producono un eccesso di T-4 e i non si è ancora certi cosa causa la produzione di ormone in eccesso

Abuso di sostanze

L’abuso di sostanze a base di ormoni a scopo dimagrante o ingestione accidentale di tessuto tiroideo negli alimenti, iperassunzione di iodio,  generalmente causa ipertiroidismo in soggetti predisposti (con precedenti episodi di disfunzioni tiroidee), talvolta anche in soggetti con normale funzionalità tiroidea

Tiroidite

Talvolta la ghiandola della tiroide si infiamma per ragioni sconosciute. Tuttavia l’infiammazione può provocare una fuga dell’ormone tiroideo immagazzinato nella ghiandola, che va a contaminare il flusso di sangue. Un raro tipo di tiroidite causa dolore nella ghiandola tiroidea, mentre altri sono indolori e possono talvolta manifestarsi dopo una gravidanza.

Ipertiroidismo: di cosa si tratta - IUNOY Magazine

Foto credito a Medicina on line

Fattori di rischio

L’ipertiroidismo, in modo particolare il morbo di Grave, è più comune nelle donne che nell’uomo ed è un disturbo ereditario.

Complicazioni

L’ipertiroidismo può portare ad una serie di complicazioni, tra cui:

Problemi al cuore

Le complicazioni più gravi dell’ipertiroidismo sono relazionate al cuore. In modo particolare può causare tachicardia, fibrillazione arteriale, insufficienza cardiaca congestizia, una condizione per cui il cuore non riesce a pompare il sangue a sufficienza per le funzioni che dovrebbe svolgere. In ogni caso si tratta di una condizione reversibile con un trattamento appropriato.

Fragilità ossea

Un ipertiroidismo non curato può provocare debolezza e fragilità nelle ossa (osteoporosi). La robustezza delle ossa dipende infatti dalla quantità di calcio e minerali che contengono. Un eccesso di ormoni della tiroide interferisce con l’abilità del tuo organismo di fornire le ossa del calcio che necessitano.

Problemi agli occhi 

Le persone che hanno contratto l’oftalmopatia di Garves se non viene curata può provocare severi problemi agli occhi, incluso la perdita della vista.

Pelle rossa e gonfia

In alcuni rari casi, coloro che hanno contratto il morbo di Garves hanno problemi di rossore e gonfiore della pelle, soprattutto sulla tibia e i piedi.

Crisi tireotossiche 

L’ipertiroidismo ti porta al rischio di una crisi tireotossica, una improvvisa intensificazione dei tuoi sintomi portandoti a contrarre febbre, polso accelerato e delirio. È una condizione molto pericolosa e richiede l’immediato intervento medico. 

Differenza tra ipertiroidismo e ipotiroidismo

L’ipertiroidismo si riferisce ad un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei da parte della ghiandola della tiroide. L’ipotiroidismo si riferisce a una condizione per cui la tiroide produce una quantità inferiore di ormoni tiroidei rispetto alla quantità necessaria per lo svolgimento regolare delle sue funzioni.

Nel prossimo articolo vedremo in modo più specifico quali sono i fattori relazionati con l’ipotiroidismo, i sintomi e le cause.

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend