Gonfiore addominale: scopri le cause e i rimedi

da Redazione Iunoy,

Ti sarà capitato qualche volta di avvertire un fastidioso gonfiore addominale? In alcuni casi è un leggero fastidio, in altri un vero e proprio dolore addominale.

Si tratta di uno stato di tensione che si crea a livello addominale, provocato da un’eccessiva presenza di gas nel nostro stomaco o nell’intestino.

Le cause alla base del gonfiore addominale possono essere diverse, ma nella maggior parte dei casi si tratta di un disturbo passeggero, o comunque facile da eliminare.

[LEGGI ANCHE: I segreti e i rimedi di una pancia piatta]

Spesso, è la conseguenza di abitudini alimentari e stili di vita sbagliati (es. mangiare troppo tardi la sera). Ciò non significa, ovviamente, che non possa essere la manifestazione di patologie più importanti. Per questo, va monitorato (senza ansia, però!)

 

Gonfiore addominale: cause, sintomi e rimedi

 

È un sintomo / patologia che può manifestarsi sia in maniera isolata che insieme ad altri sintomi gastrointestinali:

  • Crampi addominali
  • Stitichezza
  • Diarrea
  • Flatulenza
  • Meteorismo
  • Nausea

O più di carattere generale, come la cefalea o il senso di stanchezza.

Gonfiore addominale: cause dietetiche e comportamentali

Le cause che provocano il gonfiore addominale possono essere diverse.

Il senso di pienezza e, quindi, tensione che si avverte dopo i pasti dipende spesso dall’aver ingerito grandi quantità di aria durante la masticazione. Questo accade perché si mangia male, di fretta o si parla continuamente durante la masticazione.

Può essere la conseguenza delle bevande gassate (acqua frizzante o bibite); l’ansia o situazioni stressanti durante i pasti, possono predisporci all’aerofagia; così come fumare, masticare chewing-gum o succhiare caramelle. Sono tutti fattori di “rischio”.

Un’altra causa del gonfiore addominale sono i processi metabolici del nostro intestino, che vengono alterati dagli alimenti e dalle bevande che ingeriamo, i quali lo possono irritare e predisporre a una sovraproduzione di gas. Tra questi:

  • Bibite frizzanti e zuccherate
  • Carboidrati complessi
  • Lieviti presenti in pane, pizza o birra
  • Cibo ricco di fibre (broccoli, melone, cavoli, etc..)
  • Cibo troppo speziato o condito
  • Cibi fritti
  • Superalcolici, il caffè e il thè
  • Latticini e Lattosio
  • Cibo a base di farina di grano (es. pane, pasta e biscotti)
  • Glutine
  • Carne

gonfiore-addominale-cause-sintomi-rimedi-4

Il gonfiore addominale può manifestarsi anche quando la flore intestinale è compromessa poiché eccessivamente ricca di microrganismi patogeni (coli, candida, salmonelle, etc.).

Questo accade per delle infezioni, in seguito all’assunzione di antibiotici e farmaci, o disordini alimentari.

Sono in commercio diversi prodotti che favoriscono il riequilibrio della flora intestinale e che, in alcuni casi, è bene includere nei nostri regimi alimentari affinché si possa conservare il benessere del nostro addome.

Gonfiore addominale: cause patologiche

Non solo cause benigne. Il gonfiore addominale può rappresentare il sintomo di disturbi di carattere funzionale come:

  • Sindrome dell’intestino irritabile
  • Gastroparesi
  • Dispepsia
  • Gastroenterite (a carico dello stomaco)
  • Enterite (a carico dell’intestino tenue)
  • Enterocolite (a carico del colon)
Leggi anche:   Pancia piatta in breve tempo? Scopri come intervenire

Infezioni (batteriche o virali), intossicazioni alimentari, allergie alimentari o cibi / bevande molto freddi, possono essere la causa dei processi infiammatori indicati sopra.

Altre forme patologiche alla base del gonfiore addominale includono:

  • Morbo di Crohn
  • Calcoli nella cistifellea
  • Fibrosi cistica
  • Anoressia nervosa e bulimia
  • Peritonite (vedi appendicite)
  • Colite

Le forme funzionali più gravi, che provocano questo stato di tensione, sono:

  • l’ostruzione intestinale
  • la diverticolosi
  • la diverticolite
  • l’ascite
  • la giardasi
  • il cancro ovarico
  • il tumore del colon

Come puoi constatare, il gonfiore addominale può essere una patologia a sé oppure la manifestazione di stati patologici terzi, più o meno gravi, che devono indurti ad approfondire se il problema persiste.

Gonfiore addominale: possibili rimedi

Intervenire per ridurre il gonfiore addominale si può. Tolte le casistiche di natura patologica (per cui serve il parere di un medico), le restanti condizioni dipendono spesso dalle nostre abitudini comportamentali e alimentari.

Ecco 10 consigli per tenerlo a bada:

  1. Frutta e ortaggi, se mangiati in eccesso, possono contribuire a gonfiare il nostro addome, quindi mangiarli in maniera controllata. Allo stesso modo ridurre il consumo di pane e pasta se si è sensibili a lieviti e farina di grano
  2. Quanto alle fibre, scegliere le verdure a foglia piccola (fermentano di meno). Se puoi, centrifuga frutta e verdura, e trita la frutta secca
  3. Eliminare latte e derivati, inclusi i formaggi. DIversamente da quello che ci viene detto non sono buone fonti di calcio. Qui vi spieghiamo perche’ e dove prendere il calcio.
  4. Non mangiare mai la frutta subito dopo i pasti
  5. Mastica bene e non di fretta
  6. Mangia più finocchio
  7. Così come lo zenzero
  8. Assumi del carbone vegetale
  9. Se hai il vizio di masticare gomme, meglio smetterla!
  10. Evita le bibite gassate e troppo zuccherate (non solo per il gonfiore addominale, ma anche per le calorie!)
  11. Evita carne e insaccati e introduci piu’ verdure crude e cotte oltre a frutta nella tua dieta.
  12. Adotta una dieta piu’ naturale eliminando cibi preconfezionati e processati.

Da ultimo, verifica che non sia la celiachia ciò che ti produce il gonfiore addominale. A volte, dietro questo, si cela un’allergia al glutine.

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend