10 semplici esercizi per migliorare la tua forza di volontà

da Redazione Iunoy,

Era questo il quesito nella testa dei ricercatori mentre cercavano di scoprire di più sul conto di questa virtù umana. Grazie a diversi test, hanno scoperto che la forza di volontà è come un muscolo: si stanca per un uso eccessivo e richiede d’essere alimentata per riprendersi.

Di conseguenza, se agisce come un muscolo, può anche essere rinforzata?

Dopo molti studi, ora abbiamo la risposta.

Con la giusta pratica, si, la tua forza di volontà può essere migliorata come una qualsiasi altro muscolo del corpo.

Avviso: come ogni pratica, gli esercizi che troverete di seguito richiedono impegno. Dopotutto, allenare la tua forza di volontà richiede la stessa fatica che impiegheresti per allenare le tue gambe in una corsa.

Ma puoi stare tranquillo, i risultati sono scientificamente provati. Nonostante sarà difficile nel breve termine, diventerà poi più facile dire no alle tentazioni, andare in palestra and concentrarsi sugli obiettivi di lungo periodo.

1- 10 MINUTI DI MEDITAZIONE

La meditazione è quella che ti darà più risultati di tutti gli esercizi che troverai a seguire. Meditando, alleni il cervello a focalizzarsi e a resistere alla tentazione di “vagare nel nulla”. Le ricerche mostrano che dopo 2-3 giorni di pratica, per 10 minuti, il tuo cervello sarà già migliorato dal punto di vista della concentrazione, avrà più energia e sarà meno stressato.

2- LAVORO SULLA POSTURA

Durante le ricerche per migliorare la forza di volontà, i ricercatori hanno chiesto a un gruppo di partecipanti di lavorare sulla propria postura per un periodo di 2 settimane. Ogni volta che si rendevano conto di stare seduti male, dovevano correggere la loro postura assumendo una posizione eretta. Questa semplice pratica ha significativamente migliorato la loro perseveranza in numerosi test.

3- TIENI UN DIARIO ALIMENTARE

Lo stesso studio ha inoltre scoperto che quelli che scrivevano un diaro sulle proprie

Leggi anche:   Disturbi alimentari: scopriamo quali sono e come curarli
, avevano migliorato la propria forza di volontà. Molti di noi non tengono nota del cibo che mangiano, per questo ci vuole dedizione per farlo. Qualunque tipologia di diario va bene, su qualunque abitudine. È raccomandato un diario alimentare perché è quotidiano e frequente, quindi ci mette alla prova in maniera costante.
Leggi anche:   10 semplici passi per eliminare lo zucchero dalla tua dieta

4- USA LA TUA MANO OPPOSTA

Basandosi sullo stesso metodo della postura, i ricercatori hanno condotto un ulteriore studio su azioni correttive. Uno di quelli che hanno funzionato particolarmente bene è stato l’uso della mano opposta (ovvero quella di non elezione). Il tuo cervello è abituato ad utilizzare la tua mano dominante, per questo ci vuole forza di volontà per utilizzare l’altra.

Per cominciare, scegli un momento o attività del giorno per utilizzare la mano opposta. Serve meno di un’ora per vedere i primi risultati. Per esperienza personale, se lo fai per più di un’ora rischi di stancare il tuo muscolo della volontà, quindi concentrati su un periodo limitato, ma fallo bene.

5- MIGLIORA LA TUA COMUNICAZIONE

Un altro test che i ricercatori hanno condotto è stato cercare di modificare il modo di parlare dei partecipanti. Questo ha incluso la necessità di evitare parolacce, o utilizzare abbreviativi anziché parole complete, etc..Ancora una volta, per gestire questo tipo di dinamiche serve forza di volontà e una certa presa di posizione nei confronti di se stessi.

Questo per andare contro l’istinto e le abitudini radicate. Non conta quanto sia corretto il tuo modo di parlare, ci che conta è la tua capacità di modificarlo. Per cominciare, scegli un momento della giornata in cui praticare la scelta delle parole che cambierai. Personalmente, ho provato ad utilizzare più sinonimi delle parole che uso quotidianamente, per variare anche la mia capacità descrittiva delle cose.

L’ho fatto al lavoro ed ha funzionato molto bene! Come per tutti gli esercizi, un primo periodo di prova può essere di due settimane e vedrai sicuramente i risultati.

6- DEFINISCI E RISPETTA LE DEADLINE CHE TI SEI IMPOSTO

Chiunque si ricordi dei giorni alle superiori, si ricorda anche delle scadenze degli esami o dei compiti preparati all’ultimo momento. La tua forza di volontà deve essere penalizzata se si da spazio a distrazioni, solo così si diventa iper-produttivi. Usando lo stesso principio, i ricercatori hanno scoperto che il fatto di darsi delle scadenze, e rispettarle, incrementa la nostra forza di volontà.

Per cominciare, definisci un compito semplice o una to-do list. Scegli una data per rispettare tali obblighi e sii certo di rispettarla. I partecipanti che hanno seguito questo processo per due settimane, non solo hanno visto il completamento dei loro impegni, ma hanno migliorato di molto la loro forza di volontà, per esempio hanno smesso di fumare e bere alcol.

7- TIENI TRACCIA DELLE SPESE CHE FAI

Proprio come molti di noi non tengono traccia di ciò che mangiano, moltissime persone non tengono nemmeno nota delle spese che effettuano. Anche se non decidi di tagliarle, che già di per sé sarebbe un ottimo esercizio per la forza di volontà, i ricercatori sostengono che il semplice fatto di tener traccia dei costi aiuta ad allenare e migliorare la nostra forza di volontà.

Prova ad utilizzare un’app per la gestione del budget familiare, ce ne sono diverse. Ti permetterà di registrare entrare e uscite giornali, settimanali e mensili, e così facendo avrà una visione immediata e concreta della tua situazione finanziaria, considerato che la prima regola del wellness finanziario consiste nello spendere meno di ciò che si guadagna. In questo modo, migliorerai il tuo focus e la tua capacità di resistere alle spese non pianificate.

8- STRIZZA UN’IMPUGNATURA (O MANICO)

Per quelli davvero motivati, che vogliono aumentare la loro perseveranza, è possibile strizzare un’impugnatura (di quelli che vendono d Decathlon per allenare le mani) fino a stancarsi. Se lo hai mai fatto prima, sai che “brucia” l’avambraccio. Per questo richiede forza di volontà.

Ti basta semplicemente recuperare un manico o impugnatura e iniziare a spremerlo con ciascuna mano fino a quando sei stanco. Farlo fino a quando sentirai dolore aiuterà a migliorare la tua perseveranza anche su compiti difficili.

9- PORTA IN GIRO QUALCOSA CHE TI TENTAforza di volonta'

Ancora una volta, per quelli più determinati, è possibile imparare a dire “NO” alle tentazioni obbligandosi ad averle a portata di mano tutto il giorno (es. le sigarette).

I ricercatori hanno provato con i partecipanti insegnandogli come resistere alle voglie. Quelli che hanno resistito hanno poi dimostrato di essere più abili nell’evitare le tentazioni anche dopo la ricerca, nella vita di tutti i giorni. Per cominciare, innanzitutto impara a resistere alle voglie. Questo non sarà semplice, quindi immagino tu voglia sapere come fare. Puoi iniziare portando in giro qualcosa di piccolo, ma fortemente tentatore.

Un esempio sono le sigarette, ma un’altra cosa che affligge molti di noi è anche la tentazione di guardare sempre e insistentemente il cellulare, specie nei momenti “morti”. Invece di fumare o guardare il telefono, scegli di osservarti attorno, concentrati su particolari che di solito non guardi, cerca nuovi punti di vista, elabora ragionamenti semplici su ciò che ti circonda.

In questo modo, sostituirai la tentazione con un atto positivo che potrai sviluppare anche successivamente. Imparare a dire “NO” aumenterà la tua forza di volontà, rendendoti ancora più indipendente dalle circostanze e dagli impulsi istintivi, evitando le distrazioni.

10- SII PIÙ CONSAPEVOLE DELLE TUE DECISIONI AUTOMATICHE

Un esercizio finale consiste “semplicemente” nell’essere più consapevoli circa le decisioni che si prendono quotidianamente. Spesso siamo persi nei nostri pensieri e attiviamo il pilota automatico, ma questo ci fa perdere la cognizione del presente e, soprattutto, non ci fa assaporare a pieno ogni singolo momento.

Prendersi del tempo per decidere quando è il momento aumenterà la tua concentrazione e la capacità di resistere alle tentazioni. Richiede solo qualche minuto di riflessione prima di dire “si” o “no”. Per farlo, comincia col renderti conto di quando il tuo comportamento avviene in automatico e chiediti cosa puoi e devi fare in quel momento.

Puoi farlo chiedendoti perché stai mangiando un cibo piuttosto che un altro (es. spesso ci troviamo in mensa al lavoro e in fila scegliamo ciò che sembra più veloce da avere), oppure perché metti due cucchiaini di zucchero nel caffè, e altro ancora. Qualunque maniera possa aiutarti a pensare in modo consapevole circa certi comportamenti automatici aumenterà il tuo focus e self-control.

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend