Dolore al fianco destro: tutto quello che devi sapere

da Redazione Iunoy,

Partiamo col direi che il dolore al fianco destro può significare diverse cose e, molto spesso, è collegato a problemi renali (appendice, pancreas, ecc.), ma può anche essere la conseguenza di un problema osseo.

Con l’espressione ‘ dolore al fianco destro e schiena’, quindi, si fa riferimento a un disturbo comune che può essere di natura spontanea, cronico, sordo o con fitte dolorose, esteso o concentrato su una piccola area.

Da un punto di vista anatomico, è necessario dire che nella zona in cui si manifesta il dolore sono presenti diversi organi:

  • Intestino crasso
  • Intestino tenue
  • Ovaio
  • Tube di Falloppio
  • Uretere destro

Ed è per questo che le cause del dolore possono essere generate da diversi fattori.

In linea generale, si associano al dolore al fianco destro conseguenze come la nausea, il vomito, la perdita di peso, la stitichezza e gonfiore addominale, la febbre.

Se si avverte un forte dolore al fianco destro (o anche un dolore addominale), è bene rivolgersi il prima possibile al proprio Medico di famiglia, o al Pronto Soccorso, in modo da scoprire in tempi brevi le ragioni del malessere e, soprattutto, per intervenire con una cura mirata.

[LEGGI ANCHE: Dolore al fianco sinistro]

 

Dolore al fianco destro: cause, sintomi e possibili rimedi

Quali sono le cause del dolore al fianco destro?

Come detto, il dolore al fianco destro può essere causato da diversi fattori, collegati ai vari organi che si trovano in questa parte del corpo. In particolare, possiamo segnalare le seguenti cause:

  • Appendicite (ne soffre il 10% della popolazione, principalmente tra i 10 e i 30 anni)
  • Pancreatite (il pancreas si trova sotto il fegato e dietro l’addome)
  • Ernia addominale
  • Problemi di stitichezza
  • Cisti ovariche
  • Calcoli al rene destro
  • Patologie del fegato (cancro al fegato, fibrosi epatica, cirrosi, epatite, etc..)

In alcune circostanze, può essere indotto da:

  • Tumore al colon
  • Morbo di Crohn
  • Ovulazione
  • Corsa o camminata veloce
  • Infiammazioni nella zona pelvica
  • Gravidanza
  • Endometriosi (tipico nelle donne)

 

dolore-fianco-destro-iunoy

 

Tieni d’occhio questi sintomi

In termini sintomatici, è evidente che si manifesta con un dolore nella zona indicata. Possiamo aggiungere che si localizza a ridosso degli organi interni coinvolti (che generano il problema) da alcune patologie.

Leggi anche:   Alcuni consigli utili per una corretta alimentazione

Pertanto, parliamo di dolori legati al fegato, alla milza, all’intestino, all’ovaio o ai reni.

I momenti in cui il dolore al fianco destro si esprime sono durante il riposo, durante l’attività fisica, spesso durante la digestione o quando si tossisce, e anche quando si respira in maniera affannosa (dopo uno sforzo fisico).

Come anticipato in apertura, i sintomi sono spesso accompagnati da: vomito, nausea, febbre, diarrea, gonfiore addominale, perdita di peso.

 

dolore-fianco-destro-iunoy-salute-benessere

 

Come intervenire in caso di dolore al fianco destro

Innanzitutto, sappi che se il dolore al fianco destro è molto forte, è meglio che tu vada immediatamente da un medico.

Se invece è lieve, attendi 48 ore e monitora la sua evoluzione. Se passati due giorni il dolore persiste, allora fatti visitare.

Considera che se il dolore è immediatamente conseguente all’attività sportiva, può darsi si tratti di un sintomo legato allo scarso allenamento.

In ogni caso, è bene capire cosa abbia originato il dolore al fianco destro prima di poter definire una cura appropriata che in questo caso sarà data dal medico. La verifica può avvenire tramite le analisi del sangue, la TAC, un esame endoscopico o la risonanza magnetica.

Questo perché ti permetterà di fare una cura mirata e risolvere in maniera completa, ove possibile, il problema.

In generale, tieni a mente i seguenti consigli:

  • Conduci uno stile di vita sano (evita di essere in sovrappeso, etc..)
  • Adotta una dieta bilanciata
  • Tonifica adeguatamente la muscolatura addominale e lombare
  • Fa un allenamento costante
  • Fa degli esercizi mirati per la respirazione

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend