Dolore ai reni: da cosa dipende e perché non va sottovalutato

da Redazione Iunoy,

Il più delle volte, il dolore ai reni viene confuso con un generico mal di schiena poiché si esplicita con un dolore al fianco o nella zona lombare, e spesso si estende fino al basso ventre.

Si manifesta quando è in corso una infiammazione, un’infezione oppure quando c’è una lesione. Può essere molto forte, e comparire improvvisamente, oppure di tipo cronico.

Anche se, nella maggior parte dei casi, può essere considerato un dolore transitorio.

I reni sono un organo complesso e svolgono un ruolo essenziale per il corpo umano: la loro funzione principale consiste nel filtrare il sangue, per questo è bene averne cura e intervenire quanto prima quando si avverte il dolore, quantomeno per capire da cosa è causato e seguire eventuali terapie.

[LEGGI ANCHE: Dolore al fianco destro / Dolore al fianco sinistro]

 

dolore al rene

 

Quali sono le cause del dolore ai reni?

La causa più comune del dolore al rene è la formazione di calcoli nell’apparato urinario, i quali ostruiscono il flusso dell’urina.

Per tua informazione, l’apparato urinario è costituito da: reni, ureteri, vescica ed uretra.

Spesso il dolore ai reni è legato direttamente agli organi in questione, ma in alcune circostanze la causa può essere ricondotta a fattori esterni ai reni, come per esempio quando il dolore si estende alla schiena. Lo stress, in questo, può avere un ruolo determinante.

In linea generale, possiamo distinguere tra cause patologiche:

  • calcoli renali
  • nefrite
  • idronefrosi
  • malattia renale policistica
  • infarto renale
  • cisti renali
  • aneurisma dell’aorta addominale
  • appendicite
  • sindrome del colon irritabile

Tra le cause non patologiche:

  • stress
  • gravidanza
  • sindrome-premestruale
  • traumi di varia natura
  • abuso di farmaci (come i FANS, ovvero farmaci antinfiammatori)
  • alimentazione non adeguata

Dolore ai reni: quali sintomi vanno monitorati?

Il dolore ai reni é un dolore, che specie nella sua fase iniziale si presenta con dei sintomi molto simili ad un mal di schiena o ad una semplice contrattura.

Di fatti, il dolore ai reni viene spesso confuso con semplice dolore al basso ventre (parte posteriore) o con un dolore al fianco destro o  un dolore al fianco sinistro.

Leggi anche:   Caviglie gonfie: conosci le cause? Le abbiamo elencate qui

Insieme al dolore al rene, solitamente si manifestano anche altri sintomi che possono essere identificati con i seguenti:

  • ritenzione idrica
  • astenia e vomito
  • frequente bisogno di urinare
  • variazione del colore delle urine
  • presenza di sangue nelle urine
  • febbre
  • difficoltà nei movimenti

Il fastidio o male può presentarsi in ambedue le zone: sia il rene destro e sia il rene sinistro (per quanto sia molto più comune la presenza su un solo organo).

Indicazioni per una diagnosi efficace

Chiaramente, se si avverte un forte dolore (acuto) e lo si patisce da molto tempo, è bene consultare il proprio Medico di famiglia. Ci sono alcuni esami diagnostici che ti permettono di meglio comprendere la nature del dolore al rene (o ai reni), e sono:

  • Analisi delle urine
  • Radiografia
  • Ecografia
  • TAC
  • Risonanza magnetica
  • Scintigrafia
  • Biopsia renale
  • Citologia urinaria

Dolore al fianco sinistro - Dolore al fianco destro - Dolore ai reni - Mal di schiena

Dolore ai reni: quali sono i rimedi?

Come detto sopra, in caso di dolore al rene è bene consultare il proprio Medico. A volte i rimedi per il dolore al rene sono molto più semplici di quanto si pensi. Spesso, il disturbo è dovuto a un fenomeno di disidratazione, quindi in questi casi è opportuno assumere più liquidi.

In generale, in seguito agli esami prescritti, è facile individuare il problema e, quindi, la migliore terapia da seguire.

Tra le cure frequenti per curare il mal di reni:

  • Innanzitutto riposo
  • Assunzione di antibiotici per disinfiammare patologie specifiche
  • Assunzione di antidolorifici per ridurre il dolore
  • Sicuramente bisogna bere molta acqua, specie quando sono presenti i calcoli renali, questo per aiutare ad espellerli
  • Alimentazione a base di cibi poveri di proteine e sodio (nel caso di nefrite)
  • Intervento chirurgico (se i calcoli renali sono molti, o si è in presenza di cisti e tumori che devono essere asportati)

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend