Dito a martello: conosci le cause? Ecco ciò che devi sapere

da Redazione Iunoy,

DITO A MARTELLO: INTRODUZIONE

Tra le patologie che colpiscono il piede, vi è quella del dito a martello (detto anche dito ad artiglio). È una patologia che colpisce, in alcuni casi, anche la mano.

Si caratterizza per una deformità delle dita del piede (in prevalenza il 2°, 3° e 4° dito) le quali assumono un aspetto curvo, simile appunto a quello di un martello. In alcuni casi, diventano simili ad un artiglio.

Oltre a rappresentare un difetto estetico visibile, tale deformazione è causa di infiammazione, dolore e arrossamento nella zona che entra a contatto con le calzature.

Da tale attrito possono generarsi calli dorsali o plantari che, se non curati, si possono tradurre in lesioni ulcerative e infezioni.

DITO A MARTELLO: LE CAUSE

dito-a-martello-patologie-piede-salute-rimedi-terapiaIl fattore scatenante del dito a martello risiede in uno squilibrio muscolo-tendineo che porta al piegamento del dito .

La patologia può presentarsi da sola o, a volte, si accompagna con altre patologie come:

  • il piede cavo: deformazione (congenita o acquisita) della volta della pianta del piede
  • l’alluce valgo: si tratta di una deformazione del primo dito del piede
  • il piede reumatico: quando l’artrite reumatoide colpisce il piede e la caviglia

Lo squilibrio a cui si è fatto cenno è spesso causato un trauma.

Un altro elemento che può determinare la formazione del dito a martello, in questo caso specifico per le donne, è l’uso di collant troppo corti (o dei fantasmini) quando si indossano scarpe strette o tacchi alti.

Il piede, non avendo sufficiente spazio per estendersi, tende a flettere le dita obbligandole a squilibri muscolo-tendinei.

Occasionalmente può essere legato una condizione ereditaria, a patologie reumatiche, nervose o all’esito negativo di interventi chirurgici precedenti.

DITO A MARTELLO: QUALI SONO I SINTOMI?

La deformità tipica del dito a martello provoca un dolore intenso che tende a peggiorare quando l’arto è messo sotto sforzo.

Leggi anche:   Inguine: hai mai avvertito dolore in questa zona? Ecco 3 rimedi utili

Il dolore sorge dall’attrito che c’è tra la il dito deformato e la calzatura, e come conseguenza sul dito si formano dei calli. Nei casi più gravi, questi possono addirittura ulcerarsi.

Altri sintomi correlati al dito a martello, a volte tipici anche di altre patologie, sono:

  • Difficoltà ad utilizzare le scarpe usuali, specie nelle donne
  • Artrosi
  • Tallonite
  • Fascite plantare
  • Tendinite Achillea
  • Difficoltà di deambulazione
  • Callosità
  • E chiaramente, dolore nell’area interessata

quinto-5-dito-varo-salute-piede-2

DITO A MARTELLO: QUALE TERAPIA SEGUIRE?

Nel momento in cui il piede mostra un difetto, in questo caso un dito a martello (anche in una fase iniziale), è bene prenderne atto e contattare un podologo.

Come sempre, una diagnosi tempestiva riduce le conseguenze negative sul nascere.

Quando la patologia non è grave, i suggerimenti utili sono:

  • L’uso di plantari personalizzati che vadano a sostenere le ossa del piede, con lo scopo di far tornare il dito nella sua posizione distesa, originaria
  • Insieme ai plantari, usare scarpe adatte: con poco tacco per le donne, quindi 3-4 centimetri; punta arrotondata e morbide
  • Uso di protettori in silicon o altre protezioni nella zona dolente
  • Svolgere esercizi quotidiani per allenare e allungare le articolazioni

Se il dito a martello è in uno stadio avanzato, sarò allora probabile che lo specialista decida di proseguire con un intervento chirurgico per correggere la deformazione.

Si tratta di un’operazione “semplice”,  svolta con una tecnica percutanea mininvasiva. Infatti, l’intervento avviene in Day Hospital, con anestesia locale (sulle dita interessate).

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend