Contratture muscolari: definizione, cause e prevenzione

da Redazione Iunoy,

Cosa sono le contratture muscolari?

Tutti gli sportivi prima o poi devono fare i conti con delle contratture muscolari.

Ma cosa sono e cosa è possibile fare per riuscire a prevenirle o a curarle?

Si può dire che le contratture muscolari sono un meccanismo di difesa del nostro corpo che “blocca” il muscolo prevenendo dei danni ben più gravi. Sono fastidiose e invalidanti ma sono comunque gestibili e generalmente si risolvono da sole in poco tempo.

Con il giusto metodo di allenamento sono molto facili da prevenire.

Quali sono le cause delle contratture muscolari?

È un problema muscolare che affligge prevalentemente gli sportivi ed è la risposta del nostro corpo ad uno sforzo eccessivo.Contratture muscolari: definizione, cause e prevenzione

In ogni allenamento o attività fisica noi sottoponiamo il nostro corpo e determinati muscoli ad uno sforzo perché vogliamo che il muscolo sotto sforzo si sviluppi e bruci l’energia in eccesso.

Senza lo sforzo non è possibile sviluppare il muscolo o perdere peso, ma in determinate situazioni può succedere che lo sforzo al quale stiamo sottoponendo il nostro corpo sia eccessivo e quindi il muscolo mette in atto un meccanismo di difesa che ci costringe ad interrompere l’attività mettendoci al sicuro da problemi ben più gravi come delle lesioni o degli strappi muscolari.

Questi meccanismi di difesa attuati dal nostro corpo non solo altro che le contratture muscolari. Sono delle contrazioni involontarie che hanno come scopo quello di limitare i movimenti del muscolo interessato e quindi interrompere l’attività fisica.

il muscolo che è interessato dalle contratture muscolari si presenta rigido al tatto e possiamo chiaramente sentire le fibre muscolari. La zona interessata appare rigonfia e simile a una nocciola e procura molto dolore.

Tuttavia le contratture muscolari, per quanto fastidiose, non sono invalidanti e generalmente guariscono da sole in poco tempo (generalmente una settimana) a seconda del tipo di contrattura e della zona del corpo interessata.

Leggi anche:   Lesioni muscolari: classificazione, cause, cura e prevenzione

Ecco le principali cause delle contratture muscolari:

  • Esagerare in palestra: Quando si esagera con l’attività fisica non si ottengono mai risultato apprezzabili. Il nostro corpo non è abituato allo stress eccessivo (specialmente se si passa improvvisamente da un tipo di allenamento all’altro) e risponde bloccando i nostri muscoli. Non si deve mai esagerare in palestra pretendendo di avere risultati immediati o seguendo fantasiose teorie di “shock del muscolo”.
  • Riscaldamento errato: Molte persone sottovalutano l’importanza di un corretto riscaldamento prima dell’attività fisica. Il riscaldamento non è mai una perdita di tempo e permette ai nostri muscoli di prepararsi correttamente all’attività fisica. Un muscolo freddo reagirà male all’allenamento e aumenterà notevolmente la possibilità di subire delle contratture muscolari. Un riscaldamento richiede poco tempo, è meglio investire dieci minuti in un corretto riscaldamento (può bastare anche una corsa sul tapis) piuttosto che perdere una settimana a causa di una contrattura.Contratture muscolari: definizione, cause e prevenzione
  •  Stress: Ogni esercizio fisico sottopone il muscolo a uno stress. In caso di stress eccessivo (allenamento troppo intenso, abbiamo esagerato, abbiamo usato dei pesi eccessivi) il muscolo mette in atto questo meccanismo di difesa. Anche le nostre emozioni sono importanti. Le persone emotive tendono ad essere sempre più “rigide” durante gli allenamenti e questo non contribuisce a sciogliere i muscoli. Allenarsi in modo rilassato rende l’allenamento più facile e sicuro.
  • Movimenti bruschi: Se non siamo preparati in modo adeguato è meglio non fare dei movimenti bruschi. Il nostro corpo non risponderà a dovere e il rischio è quello di creare le condizioni ideali per una contrattura muscolare. I movimenti bruschi vanno sempre limitati al massimo e messi in atto solamente dopo un corretto riscaldamento, non vanno mai fatti all’improvviso.
  • Praticare nuovi sport: Quando pratichiamo un nuovo sport il nostro corpo non è abituato ai nuovi sforzi e ai nuovi movimenti e quindi è possibile che si difenda con le contratture. Quando si inizia una nuova attività fisica è molto importante iniziare lentamente e proseguire per gradi. Mai strafare e mai iniziare al massimo perché è il modo peggiore per allenarsi. Il nostro corpo e tutti i nostri muscoli devono prendere confidenza con il nuovo allenamento.

I sintomi delle contratture muscolari

I sintomi che ci fanno capire di essere vittima di una contrattura muscolare sono pochi e immediatamente riconoscibili: se proviamo dei forti dolori localizzati immediatamente dopo o durante gli allenamenti allora siamo in presenza di una contrattura. Come già scritto è sufficiente tastare la zona interessata con le dita e se la troveremo rigida allora è la prova che abbiamo svolto male il nostro allenamento.

Leggi anche:   Distorsione alla caviglia: una delle patologie più frequenti in assoluto

Rimedi e prevenzione delle contratture muscolari

Le contratture sono un disturbo molto comune negli sportivi, e per quanto dolorose non sono assolutamente invalidanti e in genere guariscono da sole in poco tempo. In ogni caso è sempre corretto consultare un medico specializzato quando si presentano queste contratture e non sottovalutarle mai.

  •  La contrattura guarisce da sola e il tempo di guarigione indicativo è una settimana. Il tempo di guarigione può variare a seconda della contrattura e della zona interessata quindi non prendete questo tempo indicativo come una regola.
  • È necessario riposo per permettere al muscolo di decontrarsi e di tornare al suo normale tono muscolare. Non allenate la parte contratta del corpo e non cercate mai di forzare i tempi di recupero.
  • Investite tempo in un corretto riscaldamento. In pochi minuti preparerete i muscoli allo sforzo in palestra e ridurrete al minimo i rischi di una contrattura. Quando vi allenate nei mesi invernali ricordate che il freddo favorisce le contratture quindi indossate abiti adeguati.
  • Imparate a riconoscere i vostri limiti: Non esagerate mai in palestra e se sentite dolore fermatevi e riposatevi. Non dovete vincere nessun premio e proteggerete il vostro corpo da contratture e strappi.Contratture muscolari: definizione, cause e prevenzione
  • Stretching: Praticare stretching o yoga renderà i muscoli più flessibili e ridurrà il pericolo di contratture muscolari. Può essere un eccellentemodo per allenarsi durante il riposo per la contrattura. Anche i massaggi aiutano il nostro corpo a recuperare più velocemente.
  • A volte è necessario assumere degli anti-infiammatori per aiutare il muscolo a decontrarsi. In ogni caso non cercate mai di curarvi da soli e consultate sempre un medico.

In generale quindi le contratture sono un fastidio doloroso ma passeggero. Diverso il caso delle contratture croniche che in genere affliggono le persone sedentarie, sovrappeso e che adottano posture sbagliate nel loro lavoro. In questo caso è necessario un intervento medico con terapie mirate che devono agire sui muscoli contratti e richiede molto tempo per essere curata.

In ogni caso per le contratture muscolari la prima regola da seguire è: conosci il tuo corpo e i tuoi limiti e non avrai nessun problema

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend