7 cose da sapere sul glutine

da Redazione Iunoy,

Lo sapevi che le allergie alimentari colpiscono ben il 5-6% dei bambini e il 3-4% degli adulti nei paesi occidentali? Ogni anno, milioni di persone hanno una reazione allergica al cibo.

Fortunatamente, la maggior parte delle allergie causa giusto dei lievi sintomi, ma alcuni sono molto gravi e in alcuni casi mettono a rischio la vita delle persone. Per alcune di queste, circa l’1% della popolazione, il glutine può essere una questione di vita o di morte. Tale allergia è nota come celiachia.

Mentre non vi è alcuna cura per le allergie alimentari, le reazioni allergiche possono essere gestite attraverso una diagnosi precoce e l’eliminazione di alcuni cibi dalla dieta quotidiana. Se sei confuso a proposito della dieta senza glutine, sappi comunque che non sei il solo.

Ecco 7 cose che devi sapere sul glutine:

1. “Glutine” è il nome generico di alcuni tipi di proteine contenute nei comuni cereali, come il frumento tenero, l’orzo, la segale che si trova normalmente nel pane, nella birra, e in una vasta gamma di altri alimenti trasformati con questi grani.

Una dieta priva di glutine richiede che tutti gli alimenti, sia originali che derivati da questi ingredienti, vengano eliminati o sostituiti dai propri pasti.

2. In America, ben 18 milioni di persone hanno un certo grado di sensibilità al glutine. L’ingestione di glutine in questi individui provoca una reazione avversa, che danneggia le cellule intestinali e può potenzialmente provocare gravi problemi di salute.

Gli individui celiaci necessitano di una dieta priva di glutine non perché sia un trend, ma per tutelare la propria salute. Poiché il glutine danneggia la mucosa dell’intestino piccolo in coloro che hanno questa allergia, può provocare conseguenze che vanno dalla diarrea cronica, ai crampi addominali, all’osteoporosi e anche al rischio di alcuni tumori.

3. Ci sono circa 300 potenziali sintomi associati all’intolleranza al glutine. I sintomi della celiachia includono: diarrea, anemia, dolore osseo, eruzione cutanea grave, sindrome del colon irritabile e dolore addominale.

Leggi anche:   Carboidrati: composizione e importanza in una corretta alimentazione

Ma spesso, la celiachia si presenta senza sintomi o comunque con sintomi trascurabili. Ecco perché ti consigliamo di seguire il tuo intuito e ascoltare il tuo corpo, in modo da capire qual è il tuo stato di salute in base a una sensibilità diretta. Ovviamente, questo non significa diventare ipocondriaci!

4. Come si fa a sapere se si ha la celiachia? L’unico modo per saperlo è fare un test. Il primo test è tipicamente un esame del sangue che rileva gli anticorpi legati a una risposta immunitaria anomala. Se il test del sangue è positivo, allora si esegue una biopsia per confermare l’infiammazione del rivestimento dell’intestino piccolo.

5. Cosa causa reazioni allergiche e come evitarle, è diventato oggetto di una notevole ricerca negli ultimi decenni, così come l’incidenza delle malattie allergiche e delle intolleranze alimentari. La Medicina non è ancora certa circa le cause della celiachia. Tuttavia, si pensa che sia una malattia genetica. Infatti, molte persone che soffrono di celiachia hanno familiari che soffrono dello stesso problema.

6. Ad oggi, l’unico rimedio contro la celiachia è una dieta priva di glutine. Il passaggio a una dieta di questo tipo è un grande cambiamento nelle abitudine alimentari e, come sempre, ci vuole un po’ di tempo e pazienza per abituarcisi. Può essere utile concentrarsi su tutti i cibi che si possono mangiare anziché su quelli che si devono evitare.

Se si è nuovi a una dieta celiaca, il modo migliore per cominciare è farlo con frutta, verdura, carne, pesce e pollame, nonché noci e fagioli. Si può rimanere piacevolmente sorpresi da quanti prodotti senza glutine, come il pane e la pasta, sono ora disponibili sul mercato.

7. Cerca supporto. Ci sono moltissime risorse sul web, anche perché la comunità “gluten-free” è vasta, varia e pronta ad aiutare i celiaci “novelli”. Si possono seguire blogger specializzati, organizzazioni, bacheche online e altre risorse gratuite che sono nate in questi anni.

Leggi anche:   Gonfiore addominale: scopri le cause e i rimedi

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend