5 principi di stretching per ridurre i dolori alla schiena

da Redazione Iunoy,

Ma stando a quanto sostiene Kristian Berg, autore del libro “Prescriptive Stretching”, gli inevitabili dolori alla schiena posso essere invece evitati con lo stretching.

Durante un allungamento, si verifica un aumento del sangue nei muscoli che contribuisce a rilassarli”, spiega Berg. “Con l’aumento della circolazione, il sangue lava via le sostanze che causano i dolori muscolari, e di conseguenza riduce il dolore generale”.

Spiega che le persone spesso non si rendono conto delle conseguenze del non fare stretching fino a quando non gli viene ricordato dai dolori al corpo. Berg consiglia di fare stretching quotidianamente e ritiene debba far parte delle attività ordinarie di mantenimento del fisico, come per esempio lavarsi i denti.

Nel suo libro, propone 5 principi per uno stretching sano ed efficace da effettuare quotidianamente:

1. EVITA IL DOLORE

Quando si fa stretching correttamente, i muscoli reagiscono nella maniera desiderata. Ma, se i muscoli sono allungati fino al punto di dolore, i meccanismi di difesa del corpo entreranno in azione.

Quando i muscoli registrano il dolore, cercando di proteggersi contraendosi, che è l’esatto opposto di ciò che volete raggiungere come obiettivo”, dice Berg. “Ma, un po’ di dolore durante l’allungamento è giusto e fa bene, purché rimanga localizzato e non si estenda al resto del corpo”.

2. ALLUNGA I MUSCOLI LENTAMENTE

Lo stretching dovrebbe essere progressivo e mai forzato. “Se scagli mani e bracci durante lo stretching, i muscoli si allungheranno troppo velocemente…Il corpo proverà a proteggersi contraendo i muscoli, evitandoti di raggiungere i tuoi obiettivi di allungamento

Leggi anche:   Menisco: cos'è e come funziona

3. ALLUNGA I MUSCOLI CORRETTI

Nonostante questo sembri ovvio, devi seguire la giusta tecnica per rispettare questa regola”, dice Berg. Movimenti sbagliati anche di solo due gradi possono significare una differenza sostanziale tra allungare il muscolo e stirare la capsula delle articolazioni, o similmente danneggiare il tuo corpo.

4. EVITA DI DANNEGGIARE GLI ALTRI MUSCOLI E ARTICOLAZIONI

Lo stretching fatto male può danneggiare significativamente gli altri muscoli e articolazioni, peggiorandone le attuali condizioni fisiche. “Quest’errore comune è la ragione principale per cui le persone considerano lo stretching senza utilità o doloroso”, spiega sempre Berg.

5. SE PROVI ANCORA DOLORE, CERCA SOLLIEVO CON UNA BUONA DORMITA

Molti dolori spariscono di notte, quando si va a dormire. Ci sono diversi rimedi naturali che possono aiutarti a riposare riducendo la sensazione di dolore.

Fonte: eWelnessmag.com

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend