Ernia: tutto quello che c’é da sapere sulle ernie

da Redazione Iunoy,

ERNIA: INTRODUZIONE

L’ernia é  la fuoriuscita di un viscere (cioè di un organo interno in una cavità corporea) dalla cavità che normalmente lo contiene, per mezzo di un orifizio, di un canale anatomico o di comunque una qualsiasi altra via.

Le cavità sono di tre tipologie: cerebrale, toracica e addominale. Tuttavia tendono ad erniarsi (a sviluppare ernie) soltanto i visceri mobili o quelli colpiti da determinate patologie.

ERNIA: TIPOLOGIE

In generale l’ernia viene raggruppata sulla base di due dimensioni: la dislocazione dei visceri e la struttura di interesse.

Raggruppamento rispetto alla posizione dei visceri:

  • ernie interne: in questo caso lo spostamento avviene all’interno del corpo che lo ospita;
  • ernie esterne: in questo caso i visceri si infiltrano tra le strutture che lo ospitano e si dirigono verso l’esterno. Questo tipo di ernia é particolarmente evidente in quella addominale (sono le più frequenti e si conta che circa il 5-6% della popolazione ne sia interessata).

Raggruppamento rispetto alla  alle strutture interessate:

  • Ernie addominali: riguardano i visceri delle zone addominali (ernie esterne).
  • Ernie del disco: sono tutte quelle ernie cui che riguardano il nucleo polposo del rachide cervicale, toracico, lombare o lombo-sacrale (ernie interne).
  • Ernie diaframmatiche: in questo caso la dislocazione dei visceri riguarda la cavità toracica. la più conosciuta e frequente è l’ernia iatale. (ernie interne).
  • Ernie cerebrali e cerebellari:  sono ernie che si sviluppano conseguentemente alla formazione di masse tumorali.(ernie interne).
Leggi anche:   Schiena: tutto quello che c'é da sapere

ERNIA SINTOMI

I sintomi dell’ernia dipendono molto dalla tipologia (soprattutto dalla zona in cui é localizzata) e dallo stadio evolutivo. In particolare, nel caso dell’ernia a disco per esempio i sintomi variano fortemente a seconda che si tratti di una protusione oppure se il viscere é stato espulso.

In generali i sintomi comuni sono:

  • sensazione di tensione o peso che, in determinate condizioni può accompagnarsi a fitte dolorose che cessano comunque al rientrare dell’ernia in cavità addominale;
  • riduzione della mobilità;
  • infiammazione.

 

iscriviti alla nostra newsletter, e' gratis!

Siamo piu' di 21000 iscritti, cosa aspetti?

Grazie! riceverai un messaggio per confermare la tua iscrizione, controlla la tua email.

Qualcosa non va, controlla i tuoi dati

Potrebbe interessarti anche:

Autore

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!
Le informazioni contenute in questo sito sono presentate a solo scopo informativo, in nessun caso possono costituire la formulazione di una diagnosi o la prescrizione di un trattamento, e non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto medico-paziente o la visita specialistica.

Send this to a friend