Callosità nei piedi: utili consigli per curarla

Salute da Redazione Iunoy,

CALLOSITÀ NEI PIEDI: INTRODUZIONE

La callosità dei piedi è un problema abbastanza diffuso. Si tratta di un aumento di spessore dello cosiddetto strato corneo della pelle (epidermide).

Tale patologia può essere di due tipi:

  • Fisiologica: ovvero la conseguenza di microtraumi continui a carico della zona interessata, o pressioni. Molti adulti, probabilmente, ne hanno avuto uno. In questo caso, i calli sono spessi, duri e circolari, ma non producono dolore
  • Patologica: qui i calli che si formano producono dolore, e sono una specie di reazione a un trauma diretto. Come sopra, l’epidermide reagisce ispessendosi in forma di difesa

In genere, il callo ha un forma arrotondata e assume un colore giallognolo, opaco. Se viene sfregato o pressato, la sua superficie diventa ancora più spessa e dura.

Le parti in cui è più facile che si formi un callo sono le mani e i piedi. Laddove la pelle è più liscia, o sulle sporgenze ossee, si hanno le condizioni ideali per la sua insorgenza.

Ci sono casi in cui i calli si formano tra le dita (dei piedi o delle mani). In tal caso, lo si chiamerà “heloma”. Mentre, se la sua estensione è tale da coprire tutta la pianta del piede, si parlerà di “tifosi plantare”.

piede-pronato

 

CALLOSITÀ NEI PIEDI: CAUSE DELLA SUA FORMAZIONE

 Vediamo ora quali sono le cause che generano la callosità nel piede.

A livello macro, la patologia tende ad essere la conseguenza di una camminata sbagliata, dell’utilizzo di scarpe non adeguate o di una postura scorretta (specie per chi passa molto tempo in piedi, per esempio i baristi e i camerieri).

Volendo fare un elenco / riepilogo delle cause:

  • Utilizzo di scarpe senza calze
  • O di scarpe non adatte
  • Camminare male o scalzi
  • Microtraumi diretti
  • Microtraumi ripetuti o pressioni nella zona interessata (es. negli sport quali arrampicata, body-building, tiro con l’arco, e simili)
  • Infezioni della pelle
  • Diabete
  • Postura sbagliata
  • Presenza del papilloma virus sulla pianta del piede

CALLOSITÀ NEI PIEDI: QUALI SONO I SINTOMI?

Nella maggioranza dei casi, la presenza dei calli è indolore, specie quando si formano gradualmente, nel tempo, a seguito di una delle cause esposte sopra.

In alcuni casi, però, possono produrre fastidi specie durante la camminata, questo perché la pressione sul callo lo va a infastidire attraverso lo sfregamento cutaneo (basti pensare alla sensazione che si può avere nelle scarpe: pressione + sfregamento).

Altri indicatori della presenza di callosità possono essere:

  • Formazione di una superficie dura, spessa e sporgente
  • Colore giallo opaco della pelle
  • Difficoltà di deambulazione, nei casi in cui produca dolore
  • Nelle situazioni più gravi, si formano delle ulcere (specie in chi soffre di diabete)

callosità-piede-patologie-salute

CALLOSITÀ NEI PIEDI: QUALE TERAPIA SEGUIRE?

Tra le patologie del piede, è sicuramente una delle più comuni e facili da curare.

La callosità nei piedi può essere risolta con i seguenti metodi:

  • Prodotti cheratolitici (Sostanze che rammolliscono e dissolvono i tessuti cornei)
  • Creme antibatteriche
  • Pietra pomice al fine di levigare il callo e ridurne lo spessore
  • Rasoi per calli

Se la presenza del callo nel piede rende molto difficoltosa la deambulazione, è possibile che lo specialista consultato prescriva un intervento chirurgico per riallineare le ossa che causano lo sfregamento.

Previous Post
Next Post
Author

Attraverso la pubblicazione di articoli, guide ed interviste, vogliamo renderti partecipe di tutto ciò che serve per vivere al meglio e in salute!

Send this to friend